|
adsp napoli 1
17 luglio 2024, Aggiornato alle 13,52
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

Genova-Tangeri, prossimamente un nuovo servizio di Grandi Navi Veloci

Nel 2023 la compagnia ha trasportato circa mezzo milione di persone verso il Marocco. Comune di Genova e città di Tangeri siglano una collaborazione

Mohamed Briouig, direttore dell'ISEM; Matteo Catani, ad di Grandi Navi Veloci; Eugenio Massolo, presidente dell'Accademia italiana della Marina Mercantile

Il Comune di Genova e la città di Tangeri siglano un patto di collaborazione per avviare nuovi collegamenti marittimi tra i due porti. L'annuncio nel corso di un evento organizzato da Grandi Navi Veloci (Gnv), società del gruppo Msc, a Tangeri, presso l'iconico centro dedicato a Ibn Battuta, storico e giurista marocchino, che ha visto la partecipazione dell'amministratore delegato di Gnv, Matteo Catani, assieme al partner della compagnia in Marocco, Mohammed Kabbaj; all'Ambasciatore italiano in Marocco, Armando Barucco, e a una delegazione del Comune di Genova guidata dal vicesindaco, Pietro Piciocchi; il presidente del Comune di Tangeri, Mounir Lymouri; il presidente dell'Accademia italiana della Marina Mercantile, Eugenio Massolo, oltre a diversi rappresentanti delle istituzioni marocchine e internazionali e importanti partner della Compagnia sul territorio, come la Banca Popolare del Marocco.

Durante l'evento è stata inoltre annunciata la sigla di un Memorandum d'intesa tra Gnv, l'Accademia Italiana della Marina Mercantile e l'ISEM (Institut Supérieur d'Etudes Maritimes). L'accordo quinquennale impegna i tre soggetti firmatari a favorire lo scambio di studenti, docenti, ricercatori e personale amministrativo tra Italia e Marocco, nonché a sviluppare progetti e attuare programmi congiunti di formazione e ricerca in campo marittimo. Nell'intesa, tra l'altro, anche la possibilità da parte di Gnv di ospitare a bordo delle proprie navi laureati dell'ISEM per attività di training formativo.

Nel 2023 Gnv ha trasportato oltre 450.000 passeggeri sulle sole linee del Marocco e quest'anno la Compagnia punta a migliorare ulteriormente questo risultato. Per Gnv stata inoltre occasione per fare il punto sulle prospettive e novità per il mercato marocchino, tra cui l'imminente inaugurazione di una seconda sede in Marocco, a Nador. Si tratta di una nuova struttura di due piani, frutto di una importante opera di riqualificazione e di recupero di un immobile storico e situata in una posizione strategica all'ingresso del porto. «È interessante considerare - spiega Catani - che oggi il numero dei passeggeri che trasportiamo è ben sette volte superiore a quello che registravamo nel primo anno effettivo di attività nel paese (ndr.2008). Oggi, dopo 15 anni di attività, celebriamo quindi i 4,5 milioni di passeggeri complessivamente trasportati da Gnv sulle rotte marocchine e di questo significativo numero siamo particolarmente fieri".

«Oggi abbiamo suggellato uno storico gemellaggio tra la città di Genova e la Municipalità di Tangeri indirizzato al rafforzamento di uno storico legame tra la nostra città e il Marocco, che affonda le proprie radici in secolari rapporti commerciali fin dal XIII e XIV secolo quando, ai tempi delle Repubbliche Marinare le flotte mercantili della nostra città facevano scalo nei porti marocchini per comprare orzo e grano», racconta Piciocchi.

«Italia e Marocco - ha commentato Barucco - stanno vivendo una fase molto dinamica, con rapporti sempre più stretti tra istituzioni e imprese. La presenza in Italia di una comunità di oltre 400.000 residenti marocchini, la più numerosa al di fuori dell'Europa, è una forza trainante. Le attività di Gnv, gli accordi firmati oggi tra i comuni e le Accademie Navali, mirano a fornire servizi aggiuntivi alle nostre comunità. Un'importante opportunità di crescita, in un contesto economico caratterizzato da un aumento del 20% degli scambi commerciali negli ultimi tre anni, che raggiungerà il livello record di 4,8 miliardi di euro nel 2023».

«La nostra compagnia - commenta Catani - è da sempre impegnata in progetti di formazione che coinvolgono certamente gli equipaggi ma anche i giovani studenti interessati ad avvicinarsi all'economia del mare. In questo senso, il Memorandum siglato con l'Accademia della Marina Mercantile e l'ISEM ci consente di sviluppare ulteriormente tale impegno, contribuendo ad accrescere le competenze delle nuove generazioni in campo marittimo. In collaborazione con due così rinomate accademie mettiamo inoltre a disposizione le nostre navi per garantire la possibilità per i giovani di fare esperienza a bordo».

Mohamed Briouig, direttore dell'ISEM ha dichiarato: «L'ISEM è lieta di firmare questo importante accordo con GNV e l'Accademia Italiana della Marina Mercantile di Genova. Questo accordo ci consentirà di unire i nostri sforzi per sviluppare l'attività di trasporto marittimo. Grazie a questa collaborazione, l'ISEM svolgerà un ruolo ancora più importante nella formazione e nella qualifica dell'elemento umano in applicazione delle direttive reali volte a costruire una marina mercantile nazionale forte e competitiva».