|
napoli 2
28 settembre 2020, Aggiornato alle 18,18
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Formazione, Gnv lancia "Hotel on ship"

Stage fino a 600 euro per gli allievi degli istituti alberghieri, che si imbarcheranno fino al raggiungimento delle qualifiche di Comune e Sottufficiale


Grandi Navi Veloci lancia Hotel on Ship, un programma di imbarco per gli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti alberghieri in alternanza scuola-lavoro. Con tanto di contratto di formazione, gli alunni si imbarcheranno durante il periodo estivo e nelle ferie natalizie a bordo dei traghetti del gruppo genovese con l'intento di formarsi e guadagnare qualcosa.
 
La retribuzione varia tra i 550 e i 600 euro mensili, secondo quanto previsto dal contratto nazionale degli allievi in formazione a bordo. Si parte a breve con l'imbarco a bordo del traghetto La Suprema di cinque studenti diplomati all'Istituto Alberghiero Bergese di Genova.

Hotel on Ship permetterà ai ragazzi di proseguire gli imbarchi anche dopo il diploma, fino al raggiungimento dei mesi necessari per ottenere le qualifiche professionali di Comuni e Sottoufficiali.

«Hotel on Ship - spiega l'assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo - nasce da Sailor, progetto ideato dalla Regione e che a breve, in occasione del prossimo salone dell'Orientamento, arriverà alla quarta edizione. Se durante Sailor gli studenti salgono a bordo per tre giorni sperimentando le diverse professioni del mare, con Hotel on Ship l'esperienza si evolve in un vero e proprio rapporto di lavoro. Un'esperienza preziosa per i ragazzi che si inseriscono tra il personale della nave». «Questo progetto - sottolinea Matteo Catani, amministratore delegato di Gnv - va nella direzione che la compagnia ha adottato da diversi anni: investire sul territorio ed erogare orientamento e formazione. Hotel On Ship si rivolge ai giovani che vogliono mettersi alla prova e investire nel proprio futuro, e consente di creare delle vere e proprie graduatorie dalle quali, oltre a noi, potranno attingere altre società di armamento e reclutamento».