|
napoli 2
17 settembre 2021, Aggiornato alle 09,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

Formazione, accordo quadro tra Rina e Università di Genova

Convenzione di cinque anni: reclutamento, carrer day, progettazione, master e dottorati, borse di studio, per rendere più fluido il passaggio dall'accademia all'azienda

Federico Delfino, rettore dell'Università di Genova, e Ugo Salerno, presidente e amministratore delegato del Rina

Si rafforza la collaborazione tra Università di Genova e Rina. Un'articolata convenzione quadro di cinque anni tra l'accademia e la multinazionale di ispezioni, certificazione e consulenza ingegneristica, incentrata sulle aree della ricerca, del trasferimento tecnologico, della formazione post laurea e dei servizi di orientamento e accompagnamento dei giovani al lavoro. Le attività di innovazione, sviluppate congiuntamente, saranno anche orientate sulle energie rinnovabili, la transizione energetica e l'attività economica legata al mare. 

L'accordo è stato firmato da Federico Delfino, rettore dell'Università di Genova, e Ugo Salerno, presidente e amministratore delegato del Rina. L'Università di Genova ha indicato come referente della collaborazione Stefano Bracco, professore del dipartimento di ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni, mentre per il Rina il referente è Sauro Gazzoli, University-Business Relations Senior Director.

I due soggetti collaboreranno sostanzialmente per dare maggiore continuità tra formazione e impiego. Oltre a condividere le conoscenze specifiche (il Rina contribuendo con l'ingegneria, l'Università con la didattica), sono previste, tra le altre cose, campagne di reclutamento, carrer day, progettazione tecnica, programmi interdisciplinari, master e dottorati, borse di studio. Per maggiori informazioni, rimandiamo al sito dell'Università di Genova.

«Formazione, ricerca, trasferimento tecnologico, animazione e coinvolgimento sociale e culturale del territorio sono le missioni fondanti le istituzioni universitarie. L'ateneo genovese intende sviluppare azioni mirate in questi ambiti con un costante e produttivo dialogo con il mondo dell'impresa per creare opportunità di crescita sociale e di sviluppo economico a livello territoriale», commenta Delfino. «Aziende come la nostra - commenta Salerno - vivono e crescono grazie alle competenze e alla conoscenza: vale per i manager di oggi, ma varrà ancora di più per quelli di domani. Questo accordo permetterà di sviluppare iniziative di formazione sempre più mirate e rispondenti ai cambiamenti e alle necessità dei mercati. Poterlo concretizzare con l'Università di Genova, che rappresenta un'eccellenza nel panorama della formazione di livello superiore, ci permette di continuare a investire in un territorio in cui abbiamo le nostre radici e da cui vogliamo vedere arrivare anche il nostro futuro».