|
napoli 2
02 dicembre 2021, Aggiornato alle 14,30
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fondi Pnrr per i porti, le risorse per Livorno e Piombino

55 milioni per rifare l'accesso allo scalo di Piombino e tante risorse per elettrificare le banchine

Luciano Guerrieri, presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Settentrionale

«Investimenti strategici per consentire ai porti del sistema di agganciare pienamente il traino della ripresa e di traguardare, anche, nuovi risultati in termini di sostenibilità ambientale», il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Settentrionale, Luciano Guerrieri, commenta così la notizia dell'approvazione da parte del ministero delle Infrastrutture degli schemi di decreto che contengono il programma degli interventi infrastrutturali dei porti e la relativa ripartizione delle risorse.

Nell'ambito delle risorse previste dal Fondo Complementare del Pnrr - 2,8 miliardi di euro dal 2021 al 2026, di cui 1,47 miliardi destinati allo sviluppo dell'accessibilità marittima e della resilienza delle infrastrutture portuali ai cambiamenti climatici e 390 milioni per l'aumento selettivo della capacità portuale - sono stati destinati a Livorno 16 milioni di euro per la fornitura di energia elettrica da banchina per le navi tipo portacontainer a banchina presso la Darsena Toscana e la Darsena Europa, e 29,5 milioni per la fornitura di energia elettrica da banchina per le navi da crociera, ro-ro e ro-pax presso l'area passeggeri.

L'intervento economicamente più consistente, pari a 71 milioni di euro, è in programma a Piombino dove, con uno stanziamento di 55 milioni di euro, è stata interamente finanziata la nuova strada di accesso al porto. Altri 16 milioni sono stati riservati alla fornitura di energia elettrica per le navi in banchina. Anche a Portoferraio verranno destinati 16 milioni di euro per la fornitura di energia elettrica da banchina per le navi da crociera, ro-ro e ro-pax presso l'area passeggeri.

Tutti i finanziamenti saranno erogati e gestiti dall'Autorità di sistema portuale. «Avremo la possibilità di sviluppare importanti iniziative in materia di cold ironing nei nostri porti - ha aggiunto Guerrieri - l'elettrificazione delle banchine è un elemento chiave nell'approvando Documento Energetico Ambientale di Sistema Portuale e delle politiche di decarbonizzazione che l'AdSP intende portare avanti. Del pari, risultano strategici per Piombino i 55 milioni di euro destinati al finanziamento della nuova strada di accesso al porto. Non possiamo che ringraziare il Ministro Giovannini per l'attenzione che ha saputo riservare ai porti del Sistema. Un ringraziamento, anche, al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che assieme all'Assessore regionale Baccelli, ha stabilito in Conferenza Stato-Regioni la ripartizione del fondo complementare del PNRR».

Il presidente Guerrieri ha inoltre comunicato che sono stati chiesti al ministero della Transizione Ecologica ulteriori risorse a valere sui fondi del PNRR per la realizzazione di alcune iniziative predisposte nel Documento Energetico Ambientale di Sistema Portuale: «Sono in corso di approvazione investimenti per 32 milioni di euro da destinare alla progettualità di alcuni dei contenuti del Deasp - ha detto Guerrieri -; le risorse sono in arrivo e ci consentiranno di garantire nel tempo una concreta sostenibilità ambientale del sistema portuale attraverso l'individuazione di soluzioni tecniche e organizzative innovative legate all'approvvigionamento dell'energia e all'efficientamento energetico delle nostre infrastrutture».

Tag: piombino - livorno