|
Porto di Napoli
18 dicembre 2018, Aggiornato alle 16,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Fincantieri-Stx: "Piano industriale entro il 30 giugno"

Dopo essersi accordati sul civile, il gruppo cantieristico italiano e Naval iniziano la negoziazione sul militare


Superate le incomprensioni della scorsa estate, potrebbe avvenire a breve il passaggio di quote societarie dallo Stato francese ai nuovi azionisti dall'accordo tra Italia e Francia di settembre su Fincantieri-Stx. Lo ha confermato l'ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, a margine dell'incontro sulla cooperazione industriale nel settore navale militare tra Italia e Francia.

 

"Entro il 30 giugno – ha aggiunto Bono - dobbiamo dare il nostro piano industriale della fattibilità del progetto e indicare quali sarebbero secondo noi le strade da percorrere e poi i governi dovranno decidere come procedere". Verrà tenuto conto "di tutte le condizioni di contorno a cominciare dalle industrie dei nostri due paesi che devono concorrere e partecipare a questo progetto". In ballo restano "diverse questioni che dobbiamo risolvere", ha proseguito Bono, "perché non è che siamo perfettamente simmetrici. Loro hanno il nucleare, che noi non abbiamo, e oggi la Francia, con l'uscita della Gran Bretagna, è l'unico paese in Europa a esserne dotato". Anche il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, ha sottolineato che si sta per compiere "un passo importante per creare un colosso nel settore navale industriale".

 

Intanto, oggi è in programma a Parigi un incontro a quattro con gli amministratori delegati delle due aziende fornitrici, Leonardo e Thales. Lo ha annunciato Bono a margine dell'incontro tra i ministri di Italia e Francia. Con Fincantieri, intorno al tavolo siederanno i rappresentanti di Naval Group, Herve' Guillet, di Leonardo Alessandro Profumo e di Thales Patrice Caine.