|
Porto di Napoli
18 settembre 2018, Aggiornato alle 16,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Infrastrutture - Logistica

Fincantieri si candida a ricostruire il Morandi

Bono visita Ansaldo insieme al governatore Toti e all'ad di Cassa Depositi e Prestiti. Se ne occuperebbe la costola 'Infrastructure', attiva in Belgio e in Italia con grandi strutture in acciaio


«Fincantieri ha tutte le capacità e le conoscenze per costruire un'opera di questo genere. Se facciamo le navi, possiamo fare tutto». L'amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono (foto, primo da sinistra), in visita giovedì allo stabilimento di Ansaldo Energia - che risiede vicino la zona del crollo - insieme, tra gli altri, al governatore della Liguria, Giovanni Toti (secondo, da sinistra), e l'amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo (terzo). Bono è intervenuto a sorpresa sulla ricostruzione del ponte Morandi, candidando ai lavori la società navalmeccanica tramite Infrastructure, costola edilizia della società navalmeccanica triestina specializzata in progettazione, realizzazione e montaggio di strutture in acciaio di grandi dimensioni.Le commesse attive di infrastructure
Infrastructure ha sede a Verona e in portafoglio ha diverse commesse. La costruzione di quattro ponti sul canale Albert, in Belgio, per il consorzio THV Via T Albert: quattro ponti ad arco a campata unica con luce di oltre 120 metri e un peso di un migliaio di tonnellate. Due di questi sono già in costruzione, gli altri sono stati improntati, e saranno tutti completati nel 2019.Un'altra commessa riguarda un nuovo ponte sul fiume Ticino: due archi metallici con luci da 140 metri ciascuno e 1,300 tonnellate di peso complessivo. Poi c'è il progetto Scarabeo 8, piattaforma di perforazione semi-sommergibile non presidiata da 35 mila tonnnellate. Infine, gli interventi di dragaggio nel porto di Taranto per la realizzazione del V sporgente: 121 pali per un diametro di 3 metri per un peso di 21 mila tonnellate.

Cassa Depositi e Prestiti potrebbe essere il regista della ricostruzione. «Siamo a Genova per confrontarci con la Regione e il Comune e per capire in quale modo il gruppo può dare sostegno finanziario per le imprese e le infrastrutture», ha detto, durante la visita ad Ansaldo, Fabrizo Palermo.

Torna su