|
napoli 2
23 ottobre 2021, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fincantieri e Almaviva sviluppano veicoli e strade intelligenti

Accordo tra il gruppo navalmeccanico e la società di tecnologie dell'informazione per creare servizi da piazzare sul mercato internazionale

Alberto Tripi, presidente del Gruppo Almaviva, e Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri

Fincantieri, tramite la controllata Fincantieri NexTech, e Almaviva, società di tecnologie della comunicazione, hanno firmato un accordo di collaborazione per la digitalizzazione dei trasporti e della logistica. L'obiettivo è quello di favorire un sistema di mobilità più vicino alle nuove esigenze di spostamento delle persone e delle merci, con un'attenzione particolare all'impatto ambientale e alla sicurezza.

In particolare, si studieranno i connected vehicle, i veicoli dotati di sensori che analizzano l'ambiente esterno, e le smart road, le strade connesse ai veicoli. Verranno inoltre realizzate applicazioni per la manutenzione predittiva, con il supporto di algoritmi di intelligenza artificiale e del digital twin, che riproduce in un formato digitale tridimensionale tutte le caratteristiche di una infrastruttura. Tutti servizi utili alle imprese, ai gestori, alle autorità e agli enti pubblici. L'accordo tra le due società prevede inoltre un piano di sviluppo sui mercati internazionali.

Per Alberto Tripi, presidente del Gruppo Almaviva, «al settore dei trasporti e della logistica sarà destinata una parte rilevante delle risorse del PNRR. Questa è una opportunità unica per lo sviluppo del nostro Paese in ambiti strategici quali mobilità sostenibile e trasporto collettivo, sicurezza stradale e logistica intermodale e con la partnership con Fincantieri mettiamo a disposizione del Sistema Paese solide competenze e tecnologie digitali made in Italy». Per Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, «la collaborazione mette a fattor comune l'altissimo contenuto di innovazione espresso da due società che considerano le attività di ricerca e sviluppo un driver imprescindibile. Attraverso questa iniziativa accresceremo ulteriormente le nostre competenze digitali, puntando sull'utilizzo dell'intelligenza artificiale per il monitoraggio delle infrastrutture e del territorio nonché sull'integrazione delle diverse reti di mobilità. In questo modo daremo un apporto importante al settore dei trasporti, certamente uno dei principali su cui far convergere le migliori risorse del Paese».