|
adsp napoli 1
17 maggio 2024, Aggiornato alle 18,06
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Fincantieri, bilancio trimestrale all'insegna dell'offshore

I ricavi crescono del 5 per cento, grazie soprattutto al settore delle navi speciali, senza dimenticare le navi militari e soprattutto quelle da crociera

(Luigi Rosa/Flickr)

Fincantieri chiude il primo trimestre dell'anno con ricavi per 1,76 miliardi di euro, in aumento del 5 per cento. Il consiglio di amministrazione del gruppo navalmeccanico - che recentemente ha presentato il programma militare per la Marina della Grecia - ha approvato le informazioni finanziarie intermedie al 31 marzo 2023.

L'ebitda è pari a 87 milioni, con un margine del 4,9 per cento, contro il 3 per cento al 31 dicembre 2022. La posizione finanziaria netta è pari a 2,92 miliardi di euro, coerente, riferisce Fincantieri, con i volumi di produzione. Un'ottima performance è stata segnata in particolare dal settore offshore e navi speciali, con 238 milioni di euro di ricavi pari a un incremento del 31 per cento.

Il carico di lavoro è 4,6 volte i ricavi 2022, par ia 34 miliardi, con quasi un miliardo di euro di ordini acquisiti nei primi tre mesi dell'anno. 89 le navi in portafoglio. Aumentano anche le commesse offshore grazie alla controllata finlandese Vard, con tutta una serie di unità offshore utilizi soprattutto in ambito eolico.

Consegnate, tra gennaio e marzo di quest'anno, 5 navi da 3 stabilimenti: per la US Navy, per la Guardia costiera norvegese, per un paio di compagnie crocieristiche, tra le altre.

«Nell'area delle navi da crociera abbiamo registrato un incremento dei volumi di produzione in virtù dello sviluppo dell'importante backlog acquisito, mentre nel militare prosegue come da programmi l'avanzamento dei programmi in essere nel rispetto delle tempistiche previste», spiega l'amministratore delegato di Fincantieri, Pierroberto Folgiero.

-
credito immagine in alto