|
napoli 2
28 ottobre 2021, Aggiornato alle 14,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Esentare i marittimi dal green pass, IMO approva bozza di risoluzione

Tra il 4 e l'8 ottobre il Comitato per la sicurezza ha discusso di vaccinazione prioritaria, pirateria, sicurezza dei traghetti e navigazione satellitare giapponese

Kitack Lim, segretario generale dell'IMO (International Maritime Organization/Flickr)

Il Comitato per la sicurezza marittima dell'International Maritime Organization (IMO), riunitosi a Londra dal 4 all'8 ottobre, ha approvato una prima bozza di risoluzione per risolvere la crisi del cambio di equipaggio, resa molto complicata da quando è arrivata la pandemia, arrivando a coinvolgere fino a 400 mila marittimi nel mondo. 

È stata una riunione ricca di argomenti, anche se non sono state prese decisioni rilevanti, visto che si tratta di bozze di quelle che nella prossima riunione di novembre dovrebbero diventare emendamenti. Sono state approvate linee guida per il Covid, misure sulla prevenzione della pirateria, aggiornamento sulla sicurezza dei traghetti e la costruzione delle navi con il nuovo assetto post-pandemia; approvati emendamenti Solas e riconosiuto il sistema di navigazione satellitare giapponese. Infine, discusso di navi autonome e migrazione.

Cambio di equipaggi
La bozza ribadisce i punti espressi nell'ultimo anno sia dall'IMO che dagli armatori, ovvero:

• far designare dagli organi internazionali come l'ONU i marittimi "lavoratori chiave", così da creare corridoi aerei e terrestri che facilitano il ricongiugimento (per raggiungere le navi o l'abitazione, il marittimo può arrivare a transitare per diversi Stati con legislazioni differenti sulla mobilità);
• priorità alla vaccinazione dei marittimi;
• esaminare la possibilità di esentare i marittimi dal green pass, sempre per via del loro ruolo fondamentale nella catena della distribuzione delle merci;
• fornire ai marittimi l'accesso immediato alle cure mediche quando queste non possono essere fornite né a bordo né nel porto di scalo.

Inoltre, il Comitato sulla sicurezza del legislatore marittimo internazionale ha approvato delle linee guida per il Covid, ad uso degli Stati di bandiera e approdo, allineandole alla Convenzione internazionale sugli standard di addestramento, nota come STCW ((Standards of Training, Certification and Watchkeeping for Seafarers).

Pirateria
La bozza prevede una ridefinizione di "pirateria" e "rapina a mano armata contro le navi mercantili". Secondo quanto risulta all'IMO, nei primi sei mesi di quest'anno gli episodi segnalati in tutto il mondo di pirateria sono stati 83, in diminuzione di circa il 23 per cento. Le aree più colpite sono state l'Africa occidentale (27), gli Stretti di Malacca e Singapore (23) e il Mar Cinese Meridionale (12). Il numero di incidenti nel Golfo di Guinea (Ovest Africa), una delle zone più pericolose al mondo dove transitare con un mercantile, è diminuitodi 5 unità rispetto allo stesso periodo del 2020, con un calo del 16 per cento. 

Continua a leggere sul sito dell'IMO

-
credito immagine in alto