|
napoli 2
17 gennaio 2020, Aggiornato alle 13,53
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Infrastrutture

Dunkerque primo porto francese votato al cold ironing

Lo scalo ha fornito energia elettrica dalla rete di terra ad una portacontainer Cma Cgm. È sufficiente ad alimentare mille appartamenti


Il porto di Dunkerque è il primo scalo francese a poter fornire alle portacontainer energia elettrica dalla rete di terra. Il sistema di cold ironing, che consente alle navi di eliminare le emissioni prodotte dai motori ausiliari mentre sostano in porto, è stato inaugurato la scorsa settimana dalla nave APL Singapura del gruppo Cma Cgm. Il nuovo sistema di collegamento elettrico, rende noto l'Authority portuale transalpina, sarà pienamente operativo nel corso del primo semestre del 2020.

Dunkerque è una importante città portuale del nord della Francia a dieci chilometri dal confine con il Belgio. Il sistema installato dovrebbe essere pienamente operativo entro la prima metà di quest'anno. È gestito da Actemium, un consorzio di due compagnie di Brest e Boulogne. Occupa lo spazio di sei container da 40 piedi (1 FEU) e converte l'energia elettrica pubblica fornita dal comune alla tensione necessaria per essere utilizzabile dalla nave. La capacità è di 8 megawatt, sufficiente ad alimentare mille appartamenti: è uno dei più potenti installati in un porto europeo. Il finanziamento per la sua realizzazione è stato fornito dalla Urban Community of Dunkirk, l'insieme delle diciotto municipalità della città (pari a circa 200 mila abitanti), dalla regione Hauts-de-France (che ha ottenuto fondi dall'Eurppean Regional Development Fund) e dall'autorità portuale di Dunkerque. L'armatore ha coperto i costi di equipaggiamento necessari per allacciare la nave alla rete elettrica.