|
adsp napoli 1
21 febbraio 2024, Aggiornato alle 11,12
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Dogane umanitarie nel porto di Trieste

Si fanno più snelle le procedure per spedire da tutta Italia le merci non commerciali destinate alla Turchia colpita dal terremoto

Il porto di Trieste (Frederik og Rasmus/Flickr)

Procedure doganali semplificate nel porto di Trieste per gli aiuti umanitari destinati alla Turchia, che in questo periodo ha particolamente bisogno di cibo, medicine e materie prime dopo il terremoto che l'ha colpita insieme alla Siria tra il 5 e il 6 febbraio scorso.

L'ufficio delle dogane territoriale del Friuli Venezia-Giulia, rende noto l'Agenzia delle dogane, ha attivato una serie di snellimenti burocratici «a seguito – si legge in una nota - delle richieste del Consolato generale della Turchia di Milano», attivando «procedure semplificate per l'esportazione degli aiuti umanitari, costituiti da derrate alimentari e beni necessari per il primo intervento sul campo».

Tutte misure in linea con le ultime decisioni della Protezione civile, che ha individuato nella regione del Griuli l'hub nazionale per lo smistamento nazionale di merci umanitarie destinate alla Turchia, e in linea con le ultime direttive della Commissione europea sull'invio di questi prodotti non commerciali, «riducendo sostanzialmente le formalità per quei beni che risultano essere privi di natura commerciale». L'Agenzia delle dogane, infine, assicurerà «con il proprio personale un presidio per la semplificazione delle attività di esportazione, facilitando l'invio degli aiuti umanitari».

-
credito immagine in alto
 

Tag: trieste - dogane