|
adsp napoli 1
18 maggio 2022, Aggiornato alle 11,37
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Demolizioni, in Turchia scioperano i lavoratori di 22 stabilimenti

Chiedono migliori condizioni salariali e maggiore sicurezza


Si sono fermate da alcuni giorni le attività in 22 impianti di demolizione delle navi nel distretto di Izmir Aliaga in Turchia a causa dello sciopero dei lavoratori che rivendicano migliori condizioni contrattuali e di salute. Si tratta di circa 1.500 operai, riferisce la ong Shipbreaking Platform, che affermano di non guadagnare abbastanza, anche considerando il loro recente aumento di stipendio che è rimasto comunque al di sotto del tasso di inflazione galoppante. 

Le richieste dei lavoratori, oltre a migliori condizioni salariali, riguardano la sicurezza. Asli Odman, accademico dell'Istanbul Health and Safety Labor Watch, spiega che numerosi dipendenti dei cantieri di demolizione si stanno ammalando e muoiono di malattie professionali molti anni dopo essere stati esposti alle tossine presenti sulle navi, ma questi numeri non vengono riportati.