|
napoli 2
06 dicembre 2019, Aggiornato alle 17,29
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

Danni ai container e costi occulti per i caricatori

Cattivo stivaggio, brutto tempo, vigilanza impropria e molte altre cause possono compromettere l'integrità dei contenitori, lasciando gli operatori in una scomoda posizione finanziaria


Il danno ad un container può lasciare i caricatori in una scomoda posizione finanziaria. È quanto emerge da un articolo informativo curato dall'assicuratore xChange, il quale parte da una domanda che forse gli operatori del settore si pongono spesso: può un'ammaccatura sul vostro container procurare un buco nelle vostre tasche? 

Il contenitore, ribadiscono Theloadstar.com e Cisco, è stato un'invenzione rivoluzionaria del ventesimo secolo. La "containerizzazione" è cresciuta stabilmente negli ultimi decenni. I container raggiungono ogni angolo del mondo con l'aiuto delle navi, dei camion e dei rimorchi. Con tutte queste movimentazioni, il contenitore è esposto ad un sacco di rischi. Il trasporto marittimo può risultare imprevedibile. Il cattivo stivaggio, il brutto tempo, la vigilanza impropria e molte altre cause possono comportare un danno al container. Tale danno potrebbe lasciare i caricatori in una scomoda posizione finanziaria.

I danni al container potrebbero consistere in rottura delle porte, ammaccature, danni da calore, caduta in mare e così via. Potrebbero esserci momenti in cui è difficile trovare l'origine del danno per vedere chi è il responsabile ai fini della compensazione del danno. Molti caricatori trascurano l'assicurazione dei contenitori perché vogliono risparmiare sui costi o non vogliono perdere tempo con essa. 

Uno spedizioniere di merci senza assicurazione potrebbe dover pagare l'intero valore del container e del carico in caso di perdita totale. Si tratta di un'enorme svantaggio finanziario nonché seccatura. Ed è qui che l'assicurazione del contenitore garantisce la sicurezza ai proprietari ed agli utenti dell'equipaggiamento mediante la copertura di un'ampia varietà di rischi. Sovente l'assicurazione del contenitore può essere facilmente confusa con l'assicurazione del carico. 

Mentre quest'ultima protegge il carico all'interno, la prima protegge l'equipaggiamento. Differenti tipologie di assicurazione del contenitore Esistono nel mercato molti broker assicurativi del contenitore che offrono l'assicurazione ai proprietari, ai noleggiatori ed agli operatori di container. Talvolta, i broker assicurativi offrono l'assicurazione del contenitore assieme all'assicurazione del carico. Le tipologie dell'assicurazione del contenitore variano da broker a broker e a seconda del tipo di danni che si vorrebbero evitare.

 In genere, la maggior parte delle assicurazioni coprono i seguenti aspetti: 
- perdita materiale e perdita totale; 
- costi di recupero e manutenzione – copertura completa dell'equipaggiamento (FEC); 
- riparazione dei danni e unità perdute; 
- responsabilità dei terzi (ad esempio del telaio); 
- copertura del valore residuo dell'equipaggiamento. L'assicurazione del contenitore potrebbe non coprire certe condizioni (e questo può variare); 
- sparizioni misteriose; 
- insolvenza; 
- guasto meccanico/elettrico; 
- errori nella progettazione/produzione; 
- deprezzamento, abitudini contraddittorie di manutenzione. 

Quando i contenitori vengono restituiti al proprietario, essi vengono ispezionati per verificarne i danni. Se si constata la presenza di danni, il proprietario effettua una stima dei costi per la determinazione dei danni e la invia all'utente del container. L'utente provvede ad un'altra ispezione per verificare nuovamente l'addebito e avvia negoziati in caso di disaccordo. Gli addebiti vengono quindi regolati per mezzo di broker assicurativi. In definitiva, quando l'assicurazione non è una parte contrattuale, l'utente di trova di fronte all'inconveniente di dover pagare di tasca sua.