|
napoli 2
17 settembre 2021, Aggiornato alle 08,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Crotone, un programma di sviluppo integrato per il porto

Due giorni di incontri istituzionali per il presidente dell'Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli


Una due giorni di incontri istituzionali per il presidente dell'Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, a partire da quello di oggi a Crotone. Agostinelli è accompagnato dai dirigenti Maria Carmela De Maria e Giovanni Piccolo, l'obiettivo è quello di verificare l'articolato programma di interventi infrastrutturali, che saranno inseriti nel Piano triennale delle opere dell'ente, per pianificare lo sviluppo dello scalo crotonese. Nel corso delle due giornate, attraverso anche specifici sopralluoghi, saranno analizzati i progetti che dovranno essere confermati, in quanto rispondenti alla strategia adottata dall'ente e già in fase avanzata di esecuzione dei lavori. 

Nel contempo, saranno definiti i nuovi interventi, di recente inseriti nello studio di adeguamento tecnico funzionale del piano regolatore portuale, che dovranno confluire nella nuova pianificazione. Attraverso la futura programmazione, in corso di definizione, si punterà alla redistribuzione delle attività portuali, alle quali saranno destinate specifiche aree, al fine di migliorare la funzionalità dell'intera infrastruttura portuale. Sarà data particolare attenzione al settore dei cantieri nautici, al diportismo e al crocierismo, con l'obiettivo di offrire un maggiore sviluppo economico ed integrato allo scalo, che vada oltre il traffico delle merci puramente commerciali, senza dimenticare le esigenze dei pescatori. 

Attenzione massima sarà rivolta alla sostenibilità ambientale degli interventi. Non a caso, nel corso degli incontri, il presidente dell'Autorità di Sistema portuale illustrerà, anche, il programma di riqualificazione dell'area ex Sensi, che sarà a carico dell'ente. Il progetto prevede la demolizione degli attuali immobili e la relativa sostituzione con un nuovo manufatto a più piani, a cui dare una diversa destinazione d'uso, che non andrà a diminuire il valore del patrimonio demaniale dello Stato ma che, in un processo di compensazione volumetrica, contribuirà alla sua valorizzazione. In particolare, dopo la demolizione degli immobili esistenti, sarà realizzata una struttura polifunzionale dove potrebbe insediarsi, anche, la sede istituzionale dell'AdSP dei Mari Tirreno Meridionali e Ionio a Crotone. 

Tra gli incontri programmati, il presidente Agostinelli incontrerà i vertici della locale Camera di Commercio, della Capitaneria di Porto e il sindaco di Crotone Vincenzo Voce. Al primo cittadino, con il quale ha già avviato diversi confronti programmatici in un'atmosfera di collaborazione e sinergia istituzionale, illustrerà la futura programmazione dell'ente. Sarà questa l'occasione, anche, per analizzare gli interventi previsti dall'amministrazione comunale, inseriti nel progetto di water front e già finanziati, al fine di giungere ad un'armonizzazione dei progetti di sviluppo dei due enti.  
 

Tag: porti