|
napoli 2
19 gennaio 2022, Aggiornato alle 21,58
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Crociere e covid, decine di navi sotto osservazione ai Caraibi

Domenica scorsa è saltato l'approdo di Bonaire di Carnival Freedom, dopo un "piccolo numero" di persone contagiate. Saltano anche alcuni approdi di Msc Seashore e di una nave Royal Caribbean, tra le altre

(Connie/Flickr)

Sono al momento 60 le navi da crociera operative negli Stati Uniti sotto osservazione per eventuali focolai da coronavirus. Lo rende noto il Centers for Disease Control and Prevention americano dopo l'ultimo monitoraggio avvenuto domenica scorsa.

Sono diverse le navi da crociera che, in una delle principali aree di destinazione al mondo per le navi da crociera (i Caraibi), negli ultimi giorni hanno visto negarsi l'approdo per non rischiare di propagare nuovi contagi. Come riferisce il Washington Post, Carnival Freedom è stata allontanata dall'isola caraibica di Bonaire. «Un piccolo numero di persone a bordo è stato isolato a causa di un test Covid positivo», riferisce l'armatore Carnival ad Agence France-Presse. «La rapida diffusione della variante omicron – continua l'armatore - può influire sul modo in cui alcune autorità di destinazione con risorse mediche limitate possono gestire un numero limitato di casi, anche quando sono gestite dai nostri protocolli vigorosi».

La settimana scorsa 55 persone sono risultate positive a bordo di una nave da crociera di Royal Caribbean, come riferisce la compagnia. L'unità, nel frattempo, per precauzione non ha attraccato a Curacao e Aruba, isole nel Mar dei Caraibi non lontano da Bonaire, ed è attraccata a Fort Lauderdale, in Florida, domenica scorsa.

Msc Seashore ha riportato all'inizio della scorsa settimana 28 casi su 4,714 passeggeri a bordo, su una capienza della nave di 7,280 persone.

-
credito immagine in alto