|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 13,36
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Politiche marittime

Consumiamo parecchia acqua in bottiglia

12 miliardi di litri l'anno, pari a 178 procapite, primi in Europa, spendendo fino a mille volte più di quanto costa dal rubinetto. Un'infografica


Lo scorso anno gli italiani hanno bevuto 12 miliardi di litri di acqua in bottiglia (di plastica, in genere polietilene tereftalato o PET), abbastanza da riempire il Colosseo per otto volte. L'Italia è il primo paese europeo per consumo in bottiglia con un consumo pro-capite di circa 178 litri l'anno, dopo Messico (244) e Tailandia (204). I dati vengono da un'infografica realizzata da Trade Machine che riassume gli articoli scritti negli ultimi anni da una trentina di testate e ong, tra cui Business Insider, Huffington Post e National Geographic. 

Il consumo al livello globale è destinato a crescere esponenzialmente: dai 100 miliardi del 2000 siamo passati a 288 miliardi nel 2014 per arrivare a 600 milardi nel 2020. «Non si vuole certo demonizzare la bottiglia in PET, che ha sicuramente i suoi vantaggi, ma si vuole sicuramente invitare ad un consumo moderato», afferma in una nota Trade Machine. In alcuni casi il loro uso è controintuitivo. Le società occidentali hanno accesso all'acqua potabile che costa fino a mille volte meno l'acqua imbottigliata, perché? Per una serie di combinazioni culturali e di mercato, dove l'uno influenza l'altro: il grande lavoro di comunicazione dei grandi marchi dell'acqua in bottiglia nei decenni hanno creato un'affezione profonda, un'"esperienza vissuta" dell'acqua in bottiglia che passa soprattutto per la vita in famiglia. Dall'altro lato però l'acqua imbottigliata ha un minor contenuto di calcare, cosa che se da un lato costituisce una buona ragione – per alcuni, non necessariamente per tutti – di preferirla, dall'altro è un potente strumento di propaganda: l'acqua in bottiglia è più salutare. In ogni caso nei blind test viene generalmente preferito il sapore dell'acqua del rubinetto.

«Un materiale come il PET è per sua natura capace di durare a lungo, ma viene venduto come un prodotto usa e getta», spiega Trade Machine. Questo tipo di plastica infatti impiega più di mille anni per biodegradarsi. In Italia la metà delle bottiglie di plastica vengono riciclate, in Europa quasi un quarto vengono riciclate in nuove bottiglie.

fonte: Trade Machine