|
napoli 2
14 luglio 2020, Aggiornato alle 15,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Confetra a Conte: "Non fateci combattere contro le persecuzioni"

L'associazione denuncia al presidente del Consiglio problemi alle frontiere, ai transiti, in Austria, Slovacchia, Turchia, Malta e Albania


Stiamo combattendo, ma non possiamo essere perseguitati alle frontiere, ai transiti, ai controlli degli altri paesi, confinanti e non, come Austria, Slovacchia, Turchia, Malta e Albania. Inizia così la lettera con cui Guido Nicolini, presidente di Confetra, associazione che raccoglie le principali aziende logistiche del Paese e unico ente del settore accreditato al Cnel. «il Paese sta combattendo - scrive -, i cittadini stanno combattendo, le imprese stanno combattendo. Per quanto dura, ce la faremo».

Ma, sottolinea Nicolini, «non possiamo combattere anche contro altri Stati, molti addirittura europei, che stanno letteralmente perseguitando l'industria logistica italiana ed i suoi lavoratori: alle frontiere, nei transiti, nei controlli, nelle operazioni, negli sbarchi e negli imbarchi».

La lettera di Nicolini a Conte