|
napoli 2
16 agosto 2019, Aggiornato alle 11,49
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

Confartigianato: "I divieti sul Brennero bloccano il 20% dell'export italiano"

Mancano tre settimane all'entrata in vigore dei nuovi limiti per il trasporto merci in Austria


Le previste limitazioni del traffico merci sul Brennero possono incidere pesantemente sull'export italiano. Lo conferma l'ufficio studi di Confartigianato che ha analizzato i dati sul traffico merci attraverso le Alpi, evidenziando che nel 2017 il Brennero è stato il valico alpino che ha registrato il maggior traffico di merci su strada con 35,6 milioni di tonnellate, pari ad un quarto (24,4%) del totale, davanti a Ventimiglia (13,4%), Schoberpass (12,4%), Tauern (11,2%) e Wechsel (10,9%); il valico è anche primo per merci trasportate in treno con 13,8 milioni di tonnellate, pari ad un quinto (19,7%) del totale, seguito da Sempione (19,3%), Gottardo (19,3%), Semmering (15,7%) e Tauern (14,6%).

La direttrice del Brennero veicola il 20,3% del made in Italy, pari a 2.855 euro al secondo. Per il Nord Est l'export via Brennero sale all'8,7% del PIL. Mancano tre settimane all'entrata in vigore dei nuovi divieti per il trasporto merci in Austria, su cui i governi di Italia e Germania, spiega Confartigianato, sono intervenuti con una comunicazione al Commissario europeo ai Trasporti, Violeta Bulc.