|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Centesima nave per il terminal offshore LNG Toscana

Il traguardo venerdì scorso al FSRU Toscana, al largo di Livorno. Al cento per cento della capacità da ottobre 2018, il traffico ha raggiunto i 13,8 milioni di metri cubi di gas naturale liquefatto

L'approdo di Bonito LNG al FSRU Toscana

Con l'allibo di venerdì scorso, 31 luglio, Bonito LNG, tanker maltese da 93 mila tonnellate, il terminale di gas naturale liquefatto FSRU Toscana raggiunge la centesima nave servita.

Un nuovo traguardo per il gestore Offshore LNG Toscana (OLT), che ad oggi registra un traffico proveniente dai principali Paesi esportatori: Algeria, Camerun, Egitto, Guinea Equatoriale, Nigeria, Norvegia, Perù, Qatar, Trinidad e Tobago e Stati Uniti, senza dimenticare  terminali europei come Spagna, Belgio e Olanda.

Cento operazioni di allibo, equivalenti a 13,8 milioni di metri cubi liquidi di gas naturale liquefatto-LNG scaricato. Da ottobre 2018 il FSRU Toscana sta lavorando al cento per cento della capacità.

«Siamo particolarmente orgogliosi di questo traguardo - ha sottolineato Giovanni Giorgi, amministratore delegato di OLT - un traguardo significativo non tanto per il numero quanto soprattutto per il modo con il quale lo abbiamo raggiunto. Cento operazioni svolte in totale sicurezza e nel pieno rispetto dell'ambiente circostante. Questo grazie alla professionalità del nostro team, sia di chi lavora in mare ma anche del personale a terra: senza di loro tutto ciò non sarebbe potuto accadere». 

Un record simbolico che nelle intenzioni dei gestori della piattaforma offshore non rappresenta un punto di arrivo. Maurizio Zangrandi, amministratore delegato di OLT, ha detto che «come testimoniato dai risultati raggiunti con le ultime aste pluriennali, le prospettive sono ragionevolmente positive anche per il futuro. Tali risultati ci debbono spronare a rendere questa infrastruttura sempre più competitiva sul mercato, a servizio del Paese e pienamente sostenibile con il territorio nel quale operiamo».

OLT Offshore LNG Toscana detiene la proprietà e la gestione commerciale del terminale galleggiante di rigassificazione "FSRU Toscana", ormeggiato a circa 22 chilometri al largo delle coste tra Livorno e Pisa. L'impianto è connesso alla rete nazionale attraverso un gasdotto di 36,5 chilometri realizzato e gestito da Snam Rete Gas, di cui: 29,5 km circa in mare, 5 chilometri nel Canale Scolmatore e i restanti 2 sulla terraferma. Il terminale ha una capacità di rigassificazione massima autorizzata pari a 3,75 miliardi di Sm3 annui, equivalente a circa il 5 per cento del fabbisogno nazionale.

Tag: lng - offshore