|
napoli 2
14 novembre 2019, Aggiornato alle 17,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori - Logistica

Carenza di reefer, ne servono il doppio di quelli prodotti

Negli ultimi anni, i vettori hanno investito poco per questo tipo di contenitori e oggi l'offerta non riesce a soddisfare la domanda


C'è carenza di contenitori reefer nel mondo. Secondo gli esperti, infatti, l'offerta dovrebbe diminuire di molto al di sotto della domanda verso la fine dell'anno e nel 2020. L'avvertimento, riferiscono Theloadstar.comCentro Internazionale studi containers (C.I.S.Co.), proviene dal responsabile globale della logistica del trasporto merci marittimo refrigerato della Kuehne + Nagel Frank Ganse, mentre anche Thomas Eskesen, fondatore della Eskesen Advisory, non ravvisa alcun miglioramento per l'anno prossimo. Quest'ultimo sottolinea il fatto che le ordinazioni di nuovi container reefer attualmente si attestano a circa 60 mila, rispetto alle necessità che sono nell'ordine di 140 mila. Il problema non è nuovo. 

Le sirene d'allarme erano suonate più di due anni fa dato che il livello di produzione dei reefer nel 2016 e 2017 è diminuito del 50% rispetto agli anni precedenti. Sohrab Kazerooni, vice presidente trasporto merci marittimo presso la specialista in deperibili canadese Flying Fresh Air Freight, ritiene che il problema sia in gran parte dovuto alla mancanza di investimenti dal lato dei vettori, causata da una insufficiente redditività.

Con alcune notevoli eccezioni - come la Maersk, la Hapag-Lloyd e la Cma Cgm - la maggior parte delle linee di navigazione hanno trascurato l'investimento in contenitori reefer per anni. Ultimamente un numero maggiore di linee di navigazione ha ordinato nuovi reefer, ma ci vorrà un po' di tempo prima che la produzione possa stare al passo con la domanda. Alcuni esperti affermano che ciò avverrà nel 2023 o 2024.
 

Tag: container