|
napoli 2
20 settembre 2021, Aggiornato alle 09,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Canale di Suez verso l'apertura. Maersk: "12/24 ore"

L'armatore danese fa il punto della situazione. Alcune sue navi in viaggio intorno all'Africa potrebbero tornare indietro

I Laghi amari, nel canale di Suez

Con la liberazione dalle sabbie di Ever Given, nelle prossime 12, 24 ore il canale di Suez potrebbe tornare navigabile, a una settimana dall'incidente che ha tenuto bloccata un'arteria marittima fondamentale per le merci dirette dall'Asia all'Europa. Lo rende noto Maersk in una comunicazione ai suoi clienti.

La portacontainer è in viaggio, trainata dai rimorchiatori, verso i Laghi amari, i due bacini che si trovano all'interno del canale egiziano. Una volta ancorata lì il canale potrà definitivamente aprire. 

Leggi anche: I danni economici del blocco del canale di Suez

«Allo stato attuale, però – informa la compagnia danese – il canale non è ancora libero e non siamo ancora in grado di sapere quando verrà aperto a tutte le navi in coda». Solo le navi in attesa gestite da Maersk sono 34, 15 sono state indirizzate in questi giorni verso il Capo di Buona Speranza per circumnavigare l'Africa, che richiede circa sette giorni di viaggio in più. Per questo non sono state tante le navi che hanno fatto questa scelta, aspettavano ancora l'ultimo giorno utile per lo sblocco del canale di Suez prima di fare la lunga traversata. Anzi, «stiamo attualmente calcolando se alcune di queste navi debbano tornare indietro». La situazione sarà più chiara quando i mercantili in coda inizieranno a muoversi verso il porto di Suez, l'imboccatura a Sud del canale egiziano.