|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Basilea III, diminuisce la pressione sul credito armatoriale

Confitarma approva la terza versione del regolamento. Per ogni 100 euro che le banche prestano alle compagnie ne impegneranno 6,4 euro invece di 8

(Fred Romero/Flickr)

Con l'approvazione del nuovo Regolamento di Basilea, il Basel III Plus, migliora il trattamento bancario per lo shipping sui meccanisimi di credito e finanziamento. Il regolamento, che risale agli Accordi di Basilea del 1998, è stato approvato dal Trilogo di Confitarma e viene quindi incorporato dalle compagnie marittime battenti bandiera italiana.

Da oggi le esposizioni finanziarie delle compagnie marittime, a determinate caratteristiche, comporteranno un minore assorbimento di mezzi propri per le banche, che scendono dal 100 all'80 per cento. Tradotto in cifre: per ogni 100 euro prestati le banche impegneranno 6,4 euro di capitale proprio, rispetto agli 8 euro degli accordi precedenti. Su richiesta di Confitarma la durata temporanea del provvedimento, inizialmente fissata al 2030, è stata estesa fino al 2032 e lo stesso sarà sottoposto a valutazione del European Banking Authority, con possibilità da parte del Parlamento europeo di emanare un nuovo provvedimento entro il 2031.

«Questo risultato è frutto di un lungo lavoro impostato da Confitarma circa venti anni fa – afferma il presidente di Confitarma, Mario Mattioli - con l'introduzione del Regolamento di Basilea I e II, che ha portato al riconoscimento della opportuna classificazione di rischio per il credito shipping valutando in maniera corretta il contenuto di mitigazione assicurato dalla garanzia sottostante, cioè la nave. L'iniziativa di Confitarma si è riflessa nella parallela attività svolta dall'European Community Shipowners' Association facilitando la convergenza degli interessi di tutti i Paesi e membri associati. Particolarmente fattivo è stato anche il contributo dell'Associazione Bancaria Italiana e di Confindustria, nonché la costante attività politica e tecnica svolta dal gabinetto di Marco Zanni, deputato del parlamento europeo, che ringrazio».

-
credito immagine in alto

Tag: economia