|
adsp napoli 1
21 giugno 2024, Aggiornato alle 16,03
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Politiche marittime

Approvato il piano 2023-2025 dei porti di Genova e Savona

Cantiere per la diga foranea, port community system, tariffe dei portuali e cold ironing. 191 assunzioni dal 2016 in autorità portuale

Il lungomare di Savona (raffaele sergi/Flickr)

Il Comitato di gestione dell'autorità di sistema portuale di Genova e Savona ha approvato il piano operativo triennale 2023-25. Il documento - illustrato alla comunità portuale e al board a fine dicembre dello scorso anno, ricevendo importanti indicazioni dagli operatori - rappresenta lo strumento per l'applicazione delle strategie di sviluppo del sistema portuale. Andiamo a vedere quali sono i suoi contenuti.

Si prevede l'avvio del cantiere per la nuova diga foranea, una delle opere marittime più grosse e costose mai realizzate in Italia, tra cui i riempimenti delle calate di Sampierdarena. A Savona sono previsti l'opera di protezione della piattaforma di Vado e il nuovo waterfront di Levante.

Sul fronte digitale ci sono i nuovi servizi del Port Community System, tra cui lo sviluppo della componente viaggi dedicata ad autotrasporto, anche in sinergia con l'automazione dei nuovi varchi portuali del sistema, e lo sviluppo dei progetti di "smart logistic" in attuazione dell'accordo siglato con ASPI.

Per quanto riguarda l'ambiente, l'elettrificazione delle banchine e i numerosi interventi di efficientamento energetico tra cui quelli inclusi nel PNRR "Green Port".

Il comitato di gestione dei porti di Genova e Savona ha espresso voto favorevole anche al piano integrato di attività e organizzazione 2023-2025, strumento di programmazione amministrativa per razionalizzare i principali adempimenti annuali: piano delle performance, piano triennale della prevenzione della corruzione e della trasparenza, organizzazione del lavoro agile, piano dei fabbisogni del personale e programmazione dei fabbisogni formativi.

Nella sezione piano dei fabbisogni di personale 2023/2025, il bilancio degli interventi adottati nel 2022 dà evidenza, tra l'altro, delle 57 assunzioni effettuate, mentre per il 2023 ne sono previste 36 ulteriori, per un totale di 191 assunzioni dalla nascita delle autorità di sistema portuale (istituite in tutta Italia alla fine del 2016), di cui 93 (pari al 48,7%) nel solo biennio 2022-2023. Il processo di reclutamento, a compensazione del turn over (con un ringiovanimento complessivo del personale) ha irrobustito le strutture a seguito dell'ampliamento della dotazione organica e ha prodotto un incremento del personale laureato (passato dal 39% al 64% dei dipendenti) essendo stato mirato alla ricerca di professionalità specialistiche. Il Piano prevede anche una specifica sezione "Rischi corruttivi e Trasparenza" che delinea le azioni in termini di anticorruzione che l'Ente intende mettere in atto per la protezione del valore pubblico.

Nella stessa seduta è stato approvato dal board l'aggiornamento, previsto dal regolamento relativo all'autorizzazione ex art. 17 L. 84/94 del porto di Genova, delle tariffe massime per la fornitura di manodopera temporanea negli scali genovesi. Sempre riguardo al lavoro portuale temporaneo, si conferma il percorso di supporto alla formazione del personale di CULMV, al fine di perseguire la ricerca di un costante miglioramento delle professionalità disponibili in ambito portuale.
 
Mentre, per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro, il Comitato ha espresso parere favorevole all'integrazione delle dotazioni necessarie ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di sito per le attività da svolgersi nel porto di Genova con la messa a disposizione di un veicolo così da rendere più efficiente l'espletamento delle attività di competenza nell'ambito portuale consentendo spostamenti autonomi ed anche più rapidi. Il Comitato ha dato altresì mandato al presidente di verificare l'attivazione di una copertura assicurativa privatistica che garantisca gli RLS di Sito del porto di Genova in caso di infortunio
 
Infine, è stata rinnovata fino al 31 dicembre prossimo, con voto favorevole del Comitato di Gestione, l'autorizzazione ex art. 16 legge 84/1994 nel porto di Savona – Vado Ligure a favore della cooperativa Augusto Bazzino per attività aggiuntive limitatamente al settore Crociere. Approvati anche altri provvedimenti relativi al rilascio e rinnovo di concessioni e autorizzazioni ex art. 24, ex artt. 45 bis.,46 e iscrizioni registro ex art. 68 del Codice della Navigazione.

-
credito immagine in alto

Tag: genova - savona