|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 18,36
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Ancona elettrifica la banchina offshore

L'Autorità portuale assegna a Domus Italia l'installazione del cold ironing sulla banchina 17, dopo aver elettrificato la numero 3 e quella del centro Fincantieri

(Nicolas Vigier/Flickr)

A pochi giorni dall'assegnazione nel porto di Genova, anche il porto di Ancona avvia i lavori per l'elettrificazione di una banchina, adibita però all'attracco di navi offshore. Una scelta inusuale, considerando che il cold ironing è in genere rivolto alle navi passeggeri. L'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Orientale ha assegnato a Deco Domus Italia, società con sede a Noci, in provincia di Bari, la realizzazione di un impianto di cold ironing sulla banchina 17 dello scalo marchigiano, per un intervento da 233 mila euro circa.

Sulla banchina 17 del porto di Ancona approdano in genere navi ausiliarie a servizio delle piattaforme marittime, le offshore supply vessels, per le quali è prevista l'installazione di tre colonnine elettriche. L'intervento prevede anche lo spostamento di una colonnina già presente, utilizzata dalla nave da ricerca Dallaporta del CNR. L'elettrificazione della banchina 17 si aggiunge alle già operative banchina 3, dove ormeggiano i rimorchiatori, e alla banchina di allestimento navi dello stabilimento Fincantieri.

-
credito immagine in alto