|
napoli 2
18 settembre 2020, Aggiornato alle 12,01
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Anche Gnv esce da Confitarma

Dopo l'addio di Messina, d'Amico e Italia Marittima, se ne va anche l'armatore genovese. Oggi riunione dell'associazione


Confitarma perde un altro pezzo. Dopo l'addio, nei giorni scorsi, dei gruppo Messina e d'Amico e di Italia Marittima, l'associazione italiana degli armatori aderente a Confindustria vede l'abbandono anche di Grandi Navi Veloci. «Non è più possibile individuare coesione interna, coerenza e rappresentatività», scrive l'armatore genovese, riferendosi allo stallo raggiunto in queste ultime settimane sulla nomina del nuovo presidente di Confitarma, inizialmente avviata verso il ticket Mario Mattioli-Ezio Rosina - il primo presidente e il secondo unico vicepresidente – e ora messa in discussione. Per Gnv «i problemi di rappresentatività non paiono oggi risolvibili».
Per oggi è stata convocata, dal presidente uscente Emanuele Grimaldi, una nuova riunione. Si valuterà nome alternativo, o si riconfermerà Mattioli, cercando in ogni caso di rinegoziare le parti e sanare una frattura che, con quattro grossi armatori fuori, potrebbe portare a una profonda crisi. L'11 luglio è il giorno fissato per la nomina del nuovo presidente, di cui si occuperà l'assemblea a seguito dei lavori della Commissione formata da Giovanni Dellepiane, Nello D'Alesio e Giuseppe D'Amato.

-
Nella foto, da sinistra, Paolo d'Amico, Emanuele Grimaldi, Gennaro Fiore, Luca Sisto