|
napoli 2
01 dicembre 2020, Aggiornato alle 18,54
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Logistica

Altri due anni di Civitavecchia Blue Agreement

Rinnovato l'accordo volontario tra armatori e autorità di controllo per mantenere il tenore di zolfo al di sotto dello 0,1 per cento

Da sinistra, Oreste Spadoni (per Norwegian Cruise Line, Royal Caribbean International, Celebrity Cruises e Azamara); Calogero Burgio, dirigente Area Demanio e Ambiente Adsp Civitavecchia; Francesco Maria di Majo, presidente Adsp Civitavecchia; Francesco Tomas, Comandante Capitaneria di Porto di Civitavecchia; Ernesto Tedesco, sindaco di Civitavecchia; Manuel Magliani, assessore all'Ambiente del Comune di Civitavecchia.

È stato rinnovato questa mattina, presso la sede della Capitaneria di Porto, il "Civitavecchia Blue Agreement", l'accordo siglato due anni fa per attenuare gli effetti del fumo prodotto dalle navi presenti nello scalo in misura maggiore dei regolamenti internazionali. L'obiettivo è tutelare l'ambiente marino e costiero, oltre che per contenere i livelli d'inquinamento atmosferico nelle aree urbane, dovuti alle emissioni provenienti dalle navi.

Nel documento sottoscritto questa mattina le novità più rilevanti sono rappresentate dalla firma di tutte le compagnie crocieristiche che, al pari degli armatori delle linee passeggeri e traghetti, si impegnano ad assicurare emissioni associate all'uso di combustibili aventi un tenore di zolfo inferiore allo 0,1 per cento, creando di fatto una vasta area SECA (Sulfur Emission Control Area) di 15 miglia nautiche, nonché la creazione di un gruppo di lavoro che opererà in funzione dell'utilizzo di nuove tecnologie tendenti a ridurre gli effetti inquinanti, per esempio attraverso le celle a combustibile, che bruciano ammoniaca o idrogeno. 

Per il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo, il Civitavecchia Blue Agreement spinge «all'utilizzo sempre più incisivo di fonti di energia rinnovabile. A tal fine, l'Adsp individuerà forme incentivanti a favore degli armatori».   

La Capitaneria di Porto vigilerà sul rispetto delle regole contenute nell'accordo, ma senza finalità repressive essendo l'accordo volontario.

«Si tratta di un primo passaggio assolutamente importante, in un meccanismo che vogliamo far crescere e rendere duraturo negli anni», ha commentato il sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco.