|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 17,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Infrastrutture

Altre due offerte per il molo polisettoriale di Taranto

Dopo Southgate e South Marine, si fanno avanti Taras Terminal e Interminal


Salgono a quattro le richieste di concessione per il molo polisettoriale del porto di Taranto, in attesa di una nuova gestione dopo l'abbandono di Evergreen nel 2015. Si tratta di Taras Terminal e Interminal, la prima costituita da due soci, la seconda come capogruppo di un'associazione temporanea d'imprese. 

Con riferimento all'avviso pubblico del 22 febbraio, con il quale l'Autorità di sistema portuale dello Ionio, viste le istanze del consorzio Southgate Europe Terminal e dalla South Marine Gate, «ha implementato – si legge in una nota dell'authority - la procedura di evidenza pubblica per l'assentimento di una o più concessioni, ex art. 18 L. 84/94, afferenti il compendio denominato "Molo Polisettoriale"». Il terminal sarà destinato alla movimentazione di container, merce varia e rotabili.

Dettagli sulle due nuove offerte
Taras Terminal Srl – costituita tra i soci Peyrani Trasporti Spa e Servizi Portuali Taranto Srl – con istanza pervenuta in data 05.03.2018 ed annessa documentazione di supporto ha chiesto la concessione demaniale marittima, ai sensi del comb. disp degli artt. 16 e 18 L. 84/94, per la durata di anni trenta, di una porzione di banchina ed area retrostante in località Molo Polisettoriale del Porto di Taranto, allo scopo di rendere operativo un terminal multipurpose privato in conto terzi che garantisca un servizio pubblico di handling.
La richiesta attiene a ml. 300 circa di banchina a partire dalla radice ed area retrostante per una superficie complessiva di circa mq. 92.399 con utilizzo di un insistente manufatto di circa mq. 4472 da adibire a magazzino.

Interminal Srl – in qualità di capogruppo/mandataria della costituenda ATI "Taranto Multipurpose Terminal" tra Interminal Srl ed Ecologica Spa – con istanza pervenuta in data 07.03.2018 ed annessa documentazione di supporto ha chiesto la concessione demaniale marittima, ai sensi dell'art. 18 L. 84/94, per la durata di anni trenta, di una porzione di banchina ed area retrostante in località Molo Polisettoriale del Porto di Taranto, allo scopo di rendere operativo un terminal multipurpose per le attività di imbarco, sbarco, stoccaggio, magazzinaggio, manipolazione e confezionamento di merci varie e containerizzate.
La richiesta attiene a ml. 400 circa di banchina a partire dalla progressiva + 800 ml ed area retrostante per una superficie complessiva di circa mq. 340.000 con utilizzo di tre manufatti (officina e magazzini) per una superficie coperta complessiva di circa mq. 11.500. La aocietà ha chiesto, altresì, l'anticipata occupazione delle aree di che trattasi.