|
adsp napoli 1
02 dicembre 2022, Aggiornato alle 17,37
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Allianz, l'inflazione incrementa la gravità dei sinistri marittimi

Incendi, collisioni, affondamenti e carico danneggiato sono le principali cause di perdite assicurative


Secondo l'analisi di Allianz Global Corporate & Specialty (Agcs) su oltre 240mila sinistri per un valore di 9,2 miliardi di euro, gli incendi, le collisioni, gli affondamenti e il carico danneggiato sono le principali cause di perdite assicurative marittime in termini di valore. Ma ci si mette oggi anche l'inflazione, con l'aumento dei costi di materie prime e lavoro, ad aggravare le conseguenze economiche degli incidenti navali. 

"Il numero di incendi a bordo di grandi navi è aumentato notevolmente negli ultimi anni, con una serie di incidenti che coinvolgono il carico, che possono facilmente portare alla perdita totale di una nave o a danni ambientali", afferma Régis Broudin, global head of marine claims di Agcs. "Allo stesso tempo, il settore marittimo deve anche affrontare molte altre sfide, tra cui un numero crescente di scenari dirompenti, problemi della catena di approvvigionamento, inflazione, membri dell'equipaggio e dipendenti sotto pressione, aumento delle perdite e dei danni causati da eventi meteorologici estremi, implementazione nuove tecnologie e carburanti a basse emissioni di carbonio, nonché l'invasione russa dell'Ucraina".

Rischio incendi
Gli incendi hanno rappresentato il 18% del valore dei sinistri marittimi analizzati (pari a circa 1,65 miliardi di euro) rispetto al 13% per un quinquennio terminato a luglio 2018. Un fattore che contribuisce a questo aumento del rischio di incendio a bordo delle navi è spesso la mancata dichiarazione di carichi pericolosi, mentre un recente aumento degli incendi in sala macchine potrebbe rivelare alcuni rischi di fondo relativi alle competenze dell'equipaggio. I potenziali pericoli posti dal trasporto di batterie agli ioni di litio sulle navi non fanno che aumentare queste preoccupazioni.

L'inflazione
Con molti paesi che registrano tassi pari o intorno al 10%, l'inflazione sta aggravando le tendenze esistenti determinando una maggiore gravità dei sinistri. L'aumento dei prezzi dell'acciaio, dei pezzi di ricambio e della manodopera sono tutti fattori che contribuiscono all'aumento del costo delle riparazioni dello scafo e dei sinistri per guasti ai macchinari.

Valore delle spedizioni
Inoltre, il valore sia delle navi che del carico è aumentato in un momento di crescente esposizione associata alle navi più grandi, la più grande delle quali può trasportare 20mila container alla volta. Il valore combinato della flotta mercantile globale è aumentato del 26% a 1,2 trilioni di dollari nel 2021, mentre anche il valore medio delle spedizioni di container è aumentato con beni di valore più elevato come l'elettronica e i prodotti farmaceutici. Non è insolito vedere un contenitore del valore di 50 milioni di dollari o più per importanti prodotti farmaceutici.

Danneggiamenti e furti
Le merci danneggiate, incluso il carico, sono la causa principale delle richieste di risarcimento assicurativo marittimo per frequenza e la terza per valore, secondo l'analisi Agcs. I reclami più comuni sono i danni fisici, in genere dovuti a manipolazione, stoccaggio e imballaggio inadeguati. Tuttavia, negli ultimi anni si è assistito anche a una serie di furti di alto valore e reclami per variazioni di temperatura, che possono avere un impatto particolare sui prodotti farmaceutici. Il furto è la terza causa più frequente di reclami con criminali che prendono di mira l'elettronica di consumo e merci di alto valore come il rame. Il carico viene in genere rubato dai porti, dai magazzini o durante i transiti. Il recente boom del trasporto di container ha avuto ripercussioni anche sui sinistri merci, con una carenza globale che ha provocato la rimessa in uso di container scadenti e danneggiati, con conseguenti perdite.