|
adsp napoli 1
24 maggio 2024, Aggiornato alle 08,55
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Politiche marittime

81 porti turistici ottengono la Bandiera Blu nel 2024

Tre in meno rispetto all'anno scorso. 14 le località balneari, dieci i Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento per la prima volta


Sono 81 i porti turistici che hanno ottenuto quest'anno la Bandiera Blu, un riconoscimento volontario internazionale che attesta la qualità di un litorale destinato alla balneazione. Questo dato è stato comunicato martedì scorso a Roma, nella sede del CNR, dalla Foundation for Environmental Education Italia durante la cerimonia di conferimento delle bandiere blu italiane.

81 porti turistici è un numero leggermente inferiore rispetto al 2023, quando a ricevere la Bandiera Blu sono stati 84 porti turistici. Sono 14 le località balneari italiane ad aver ottenuto la Bandiera Blu nel 2024, dieci i Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento per la prima volta. 485 spiagge italiane in totale appartenenti a 236 Comuni, mentre si confermano 81 gli approdi turistici. Sono 4 le spiagge che l'hanno persa. Per l'elenco completo, rimandiamo alla pagina dedicata del ministero del Turismo.

«Le 81 strutture portuali turistiche che hanno ottenuto il riconoscimento della Bandiera Blu - commenta Luciano Serra, presidente Assonat-Confcommercio - valorizza l'impegno e le scelte che i nostri concessionari hanno intrapreso ormai da diversi anni e che sono contraddistinti da elementi di punta nell'ospitalità attraverso una gamma di servizi, sempre più attenti alla qualità, alla sicurezza, alla sostenibilità, al rispetto dell'ambiente».

«In questo contesto - continua Serra - piena è la convinzione che i requisiti identificati siano tra i principali vettori di sviluppo e di crescita di un turismo del mare, dei laghi e dei fiumi dalle caratteristiche vincenti per migliorare e per mantenere la portualità turistica italiana ai vertici europei. I marina rappresentano per il diportismo un'avventura esperienziale unica non clonabile nella scoperta e conoscenza del nostro Made in Italy, attraverso un'ulteriore porta di accesso ai nostri territori, che raccontano di storia, cultura, tradizioni, arte, bellezze paesaggistiche e prodotti tipici, generando positive ricadute economiche nelle diverse attività dell'indotto e coinvolgendo molteplici categorie di operatori altrimenti estranee al mondo della vacanza nautica».

Tag: ambiente