|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 18,36
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

4 miliardi per la produzione di biometano. Bruxelles approva

La Commissione europea autorizza il regime italiano. Una serie di sovvenzioni e incentivi alle imprese produttrici per uso trasportistico ed energetico

(kees torn/Flickr)

La Commissione europea ha approvato il regime italiano di finanziamento per la produzione di biometano, pari a quasi 4 miliardi di euro.

Il regime di finanziamento dura fino al 30 giugno 2026 e sarà parzialmente coperto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Sosterrà la produzione di biometano sostenibile da immettere nella rete nazionale per essere utilizzato nei settori dei trasporti e del riscaldamento. In particolare, la misura è volta a promuovere la costruzione e il funzionamento di impianti di produzione di biometano nuovi o convertiti. Per poterne beneficiare, le aziende devono produrlo conformemente ai requisiti stabiliti nella direttiva dell'Unione europea sulle energie rinnovabili. Affinché il biometano sia utilizzato specificamente nel settore dei trasporti, solo la produzione di biometano avanzato sarà ammissibile agli aiuti.

L'aiuto sarà concesso cumulativamente sotto forma di una sovvenzione e un incentivo:
• sovvenzioni agli investimenti, con un bilancio totale di 1,7 miliardi, che saranno versati a tutti i progetti finanziati al termine della fase di costruzione. L'importo dell'aiuto per progetto coprirà fino al 40 per cento dei costi di investimento ammissibili;
• tariffe di incentivazione, con un bilancio stimato di 2,8 miliardi, da pagare durante la fase operativa dei progetti, per un periodo di quindici anni. Le tariffe di incentivazione, espresse in EUR/MWh, saranno determinate in una gara d'appalto competitiva secondo il principio dell'offerta a pagamento. Il sostegno coprirà la differenza tra le tariffe di incentivazione e l'evoluzione dei prezzi del gas e sarà erogato su base mensile. In caso di aumenti elevati del prezzo del gas, è in atto un meccanismo di recupero che consente il rimborso di qualsiasi importo superiore alle tariffe di incentivazione. I progetti saranno selezionati mediante una procedura di gara, per un importo più basso della tariffa di incentivazione necessaria per la realizzazione di un singolo progetto. 

Secondo Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza dell'Ue, ha detto che il regime approvato «aiuterà l'Italia a conseguire i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni, a ridurre la sua dipendenza dai combustibili fossili russi e a migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento di gas, limitando nel contempo le possibili distorsioni della concorrenza».

-
credito immagine in alto

Tag: bruxelles - gas