|
Porto di Napoli
16 novembre 2018, Aggiornato alle 11,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Logistica

Volotea da Napoli per Torino

A settembre il volo inaugurale. Ottima performance invernale (+45%) di passeggeri sull'aeroporto di Capodichino


Volotea, la compagnia aerea low cost molto attiva sull'aeroporto di Capodichino, annuncia nuove rotte da Napoli. La prima, la più attesa, con Torino che si aggiunge alle 3 nuove rotte per l'estate 2018 verso Alghero, Cefalonia e Rodi. Il volo inaugurale per il capoluogo piemontese è in calendario per il 17 settembre. Dall'8 di ottobre, la rotta decollerà 6 giorni su 7 (ogni lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica) da Napoli per Torino alle ore 17:00 e da Torino a Napoli alle 19:00, per un totale di 18.000 biglietti fino al 13 dicembre.

Alla conferenza di presentazione della nuova linea che andrà a coprire in parte il vuoto lasciato da Alitalia sulla stessa tratta, Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea, Valeria Rebasti, commercial country manager Volotea in Italia, Roberto Barbieri, Ad Sagat (aeroporto di Torino) e Armando Brunini, Ad di Gesac (Capodichino).

«Volotea ha raggiunto il traguardo dei 15 milioni di passeggeri trasportati dal suo primo volo nel 2012 – ha detto Muñoz- totalizzando più di 4,8 milioni di passeggeri nel 2017. Attualmente Volotea opera 58 nuove rotte per un totale di 293 collegamenti in 78 medie e piccole destinazioni europee in 13 Paesi: Francia, Italia, Spagna, Germania, Grecia, Croazia, Repubblica Ceca, Albania, Portogallo, Malta, Austria, Irlanda e Lussemburgo. La compagnia aerea stima di trasportare tra i 5,7 e i 6 milioni di passeggeri nel 2018. 1,3 milioni di passeggeri dei 15 trasportati sono stati raggiunti su Napoli». Commentando i dati Brunini ha avuto modo di soffermarsi su quelli dell'aeroporto di Napoli. «Per la prossima stagione estiva prevediamo ancora un incremento più contenuto di quello avuto nella stagione 2017 sull'anno precedente (+30%), ma quello che ci rincuora maggiormente è il dato percentuale di aumento, +45%, che la stagione invernale (ottobre-marzo) ha ottenuto sullo stesso periodo dell'anno precedente (inverno 2016-2017)». L'aeroporto di Napoli si avvia verso un movimento più equilibrato nell'arco dell'anno. Ciò consente di offrire una organizzazione di servizi più vicini alle esigenze dell'utenza. «Il traffico attuale è di 8,5 milioni di passeggeri l'anno. Ci avviamo verso i 10 milioni -avverte Brunini- con una ovvia crescita dei voli estivi. Se il traffico annuale si equilibra meglio è tutto vantaggio di una migliore efficienza».

-
Foto, da sinistra: Roberto Barbieri, amministratore delegato di Sagat; Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea; Armando Brunini, ‎amministratore delegato dell'‎Aeroporto di Napoli – Gesac.