|
napoli 2
01 ottobre 2020, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Velocizzare i controlli, intesa Dogane-ministero dei Trasporti

Un protocollo con lo scopo di standardizzare e razionalizzare i controlli sulla merce in entrata e uscita dai porti


Il direttore generale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM), Marcello Minenna, e il capo dipartimento per i Trasporti del ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Speranzina De Matteo, hanno firmato quello che il dicastero ha definito un «importante» e «ambizioso» protocollo quadro per il rilancio del sistema portuale nazionale. Servirà a «razionalizzare, potenziare e rinnovare sinergie già esistenti in un settore strategico per la competitività del Paese». In altre parole, un protocollo che mira a semplificare la burocrazia dietro i controlli della merce in entrata e uscita dai porti italiani.

L'Agenzia delle Dogane metterà a disposizione i propri dati, da poter raccogliere e vagliare, spingendo verso la standardizzazione dei processi, anche in chiave di interoperabilità dei vari sistemi esistenti, omogenezzando le procedure informative tramite le quali gestire la logistica delle aree portuali. Un data mining che consentirà a sua volta al ministero dei Trasporti di ampliare le conoscenze e permettere di definire con più efficacia le linee operative per le autorità di sistema portuale, inclusa l'Autorità portuale di Gioia Tauro.

Lo schema operativo individuato è quello di una cabina di regia formata dai due soggetti, Assoporti, un rappresentante delle autorità di sistema portuale e dal presidente della Piattaforma Logistica Nazionale Digitale-UIRNet.

«L'obiettivo è complesso - scrive una nota del ministero dei Trasporti - ma le realtà pubbliche interessate sono compatte e consapevoli di quanto sia importante operare in perfetta sintonia, dando rapidamente corso all'implementazione e all'integrazione del sistema logistico digitale nei nostri porti».​

Tag: porti - dogane