|
napoli 2
20 gennaio 2022, Aggiornato alle 09,16
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Varo tecnico per Msc World Europa

Prima nave a gas della flotta Msc Crociere. Cerimonia insieme ad Msc Euribia, che ha ricevuto il rito della moneta


Msc Crociere e Chantiers de l'Atlantique hanno celebrato oggi il varo tecnico di Msc World Europa e la cerimonia della moneta di Msc Euribia.

Entrambe alimentate a gas naturale liquefatto (Msc World Europa è la prima della flotta della compagnia), contano a bordo sofisticati sistemi di riduzione delle emissioni, di riciclo dei rifiuti e di trattamento delle acque reflue. Msc Euribia entrerà in flotta nel 2022, Msc World Europa nel 2023 e ora verrà trasferita in bacino di carenaggio per il completamento dei lavori. Rientrano in un piano di investimenti da 3 miliardi di euro che prevede la costruzione di tre unità con propulsione a gas. La costruzione della terza nave, Msc World Europa II, inizierà nel 2023 per concludersi nel 2025. Sarà la sesta nave varata dalla compagnia nel quinquennio 2021-2025, a cui si aggiungono le quattro unità del nuovo brand di lusso, Explora Journeys, che si prevede prenderanno il mare tra il 2023 e il 2026.

Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo di Msc Crociere, ha detto che «la giornata di oggi rappresenta un'ulteriore e fondamentale tappa del nostro percorso finalizzato a conseguire, entro il 2050, l'azzeramento delle emissioni nette delle nostre attività marittime. Il gas naturale liquefatto, che rappresenta il carburante più pulito attualmente disponibile su larga scala sul mercato, è all'avanguardia della cruciale transizione ecologica che ci troviamo ad affrontare».

Per Laurent Castaing, presidente di Chantiers de l'Atlantique, le due navi «rappresentano un enorme passo in avanti verso le navi da crociera del futuro, avendo la migliore impronta ecologica disponibile oggi sul mercato a livello di emissioni per passeggero e per giorno di navigazione».

A bordo di Msc World Europa verrà installato un impianto sperimentale di celle a combustibile conosciuto come Blue Horizon, che utilizzerà il gas per convertire il combustibile in elettricità. È la prima volta che una tecnologia del genere viene utilizzata a bordo di una nave da crociera. Sviluppata da Bloom Energy, è definita solid oxide fuel cell ed è in grado di ridurre le emissioni di gas a effetto serra di un ulteriore 30 per cento rispetto a un motore alimentato a gas liquefatto convenzionale, senza emissioni di ossido di azoto, di ossido di zolfo e di particolato fine. È un sistema compatibile anche il metanolo, l'ammoniaca e l'idrogeno, rappresentando così la base di partenza per adozioni future su più larga scala e l'inizio di una collaborazione ancora più stretta tra Msc Crociere e Chantiers de l'Atlantique per la ricerca sulle celle a combustibile.