|
napoli 2
03 agosto 2021, Aggiornato alle 19,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Un 2020 da record (negativo) per Royal Caribbean: meno 5,78 miliardi di dollari

Perdita senza precedenti causata dalla pandemia. Previsioni fosche anche per il 2021


Il bilancio 2020 Royal Caribbean Cruises, chiuso con una perdita senza precedenti, va valutato tenendo conto ovviamente degli effetti devastanti della pandemia. Il gruppo crocieristico, che opera con le compagnie Royal Caribbean International, Celebrity Cruises, Silversea Cruises e Azamara, ha infatti archiviato con una perdita netta record di meno 5,78 miliardi di dollari rispetto ad un utile netto record di 1,91 miliardi ottenuto nell'esercizio annuale del 2019. I ricavi si sono attestati a meno 79,8%. Meno grave la flessione dei costi che si sono attestati a 2,76 miliardi di dollari (-54,4%). Il risultato operativo ha registrato un meno 4,60 miliardi di dollari rispetto ad un utile netto di 2,08 miliardi nel 2019.

Lo scorso anno le navi della flotta del gruppo americano hanno ospitato 1,28 milioni di passeggeri (-80,5%), quasi tutti (1,24 milioni) nel solo primo trimestre quando la crisi sanitaria non aveva ancora fatto sentire i suoi effetti. Per quest'anno, Royal Caribbean ritiene che il primo trimestre sarà chiuso in perdita così come l'intero 2021, ma molto dipenderà, spiega il gruppo, dalla ripresa delle attività crocieristiche.