|
napoli 2
09 agosto 2020, Aggiornato alle 19,47
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Trieste, costituita l'Agenzia del lavoro

Al via fase sperimentale di un anno. Sarà controllata dal ministero dei Trasporti. 111 persone in organico per formare i lavoratori del porto sul modello del northern range


È stata ufficialmente costituita l'"Agenzia per il Lavoro Portuale" del porto di Trieste, promossa dal Comitato portuale di Trieste a febbraio scorso. Depositata presso lo studio notarile Giordano e Comisso, attualmente vi figurano 16 imprese operanti nello scalo giuliano. «Un passo fondamentale - commenta il presidente dell'Autorità portuale Zeno D'Agostino - il lavoro nei porti è prioritario quanto lo sono le infrastrutture. La scelta che abbiamo compiuto darà certezza e stabilità a tanti lavoratori ed aiuterà il porto ad affrontare le sfide del gigantismo navale e della produttività».
 
Come anticipato qualche mese fa, per un periodo sperimentale di dodici mesi, come stabilito dall'autorizzazione del ministero dei Trasporti, l'Agenzia vedrà la partecipazione maggioritaria dell'authority giuliana, dopodiché dovrà obbligatoriamente cedere la propria partecipazione.
La quota di minoranza del capitale sociale è stata distribuita, in parti eguali, fra i 16 soci privati, i quali non potranno detenere quote ulteriori al fine di garantire all'agenzia una certa neutralità. Il modello di governance è quello dei porti del northern range, in cui la riorganizzazione del lavoro portuale è caratterizzata dal gigantismo navale e dall'automazione.
 
Il Consiglio di amministrazione sarà affiancato da un "Comitato dei garanti" di tre membri, espressione dell'Autorità portuale, delle associazioni di categoria  e sindacati. Il Comitato avrà poteri di «indirizzo e controllo».
 
Durante la fase sperimentale il CdA sarà formato da membri dell'authority: presidente è il segretario generale Mario Sommariva, gli altri membri il dirigente del "lavoro portuale" Fabio Crosilla e da Federico Decli dell'ufficio legale. In rappresentanza dei soci privati sono stati designati Marco Furlan, amministratore di Seaway, e Massimo Zucchi, terminal manager di Emt. L'organico dell'Agenzia sarà costituito dai soci dell'attuale fornitore di lavoro temporaneo "Minerva" e da tutto il personale proveniente dal fallimento della cooperativa "Primavera", per un totale di 111 unità. Il ministero dei Trasporti, al termine della fase sperimentale, valuterà la congruità dell'organico rispetto alle giornate di effettivo avviamento al lavoro, secondo gli standard stabiliti a livello nazionale.