|
napoli 2
19 aprile 2019, Aggiornato alle 16,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

Trieste, al via progetto Comodalce per sviluppare l'ICT nell'intermodale

Progetto co-finanziato dall'Ue, mira a sviluppare le tecnologie dell'informazione. Partner diversi porti e interporti dell'Adriatico orientale


Ha preso avvio nei giorni scorsi a Trieste il progetto Comodalce (Enhancing COordination on multiMODAL freight transport in CE), che mira a rendere il trasporto intermodale più efficiente e competitivo attraverso l'adozione di tecnologie innovative nell'ambito dell'information technology, ovvero tutti questi sistemi, in continua evoluzione, per acquisire, trasmettere, ricevere ed elaborare dati.

Co-finanziato dal programma Interreg Central Europe, ha un budget di 1,96 milioni di euro, di cui 281 mila a favore dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico orientale, capofila del progetto, e una durata di 36 mesi. Tra i partner diversi porti e interporti che si affacciano sull'Adriatico (più un 'outsider'): La Spezia, Koper, Rostock, Gdynia, Verona e Budapest.

«Sulla base dell'analisi della situazione attuale e utilizzando come benchmark le migliori pratiche internazionali nel settore - spiega l'authority di Trieste -, i partner elaboreranno dei piani di sviluppo a medio e lungo termine che verranno attuati tramite concrete azioni pilota. Sfruttando le nuove tecnologie e lo scambio dati tra diversi attori, il trasporto delle merci via treno diventerà più efficiente, facilitando lo shift modale dalla strada alla rotaia, con conseguenti ricadute positive in termini di emissioni di gas inquinanti e CO2».