|
adsp napoli 1
14 giugno 2024, Aggiornato alle 13,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4

Traghetti, Mit studia un nuovo bando per il rinnovo della flotta

L'iniziativa sarebbe destinata soprattutto ai piccoli ferry, forse elettrificati

Edoardo Rixi

Un nuovo bando per la flotta italiana dei traghetti che vada incontro alle esigenze degli armatori. Lo ha annunciato il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Edoardo Rixi, in occasione della sottoscrizione a Genova del "Genoa blue agreement", spiegando di avere chiesto una consulenza in merito a Confitarma. 

"Il precedente bando – ha precisato Rixi – per il rinnovo flotte era andato praticamente deserto perché per come era stato impostato dalla Commissione europea non rendeva conveniente per gli armatori costruire sul territorio europeo. Ora stiamo pensando a un nuovo bando, fuori dal Pnrr, in modo da poterlo gestire in maniera diversa, per il rinnovo della flotta traghetti. Soprattutto dei traghetti piccoli per le isole minori che potrebbero essere completamente elettrificati per tipologie di percorrenza e tempi di stazionamento nei porti". 

Rixi ha aggiunto che il governo sta investendo 700 milioni sul cold ironing che "non saranno gli ultimi". "Finirà il Pnrr ma inizieranno altri programmi - ha spiegato - perché la c'è la necessità di andare verso zero emissioni sul sistema marittimo e nel frattempo vengono progettati anche depositi di Gnl e si sono già aperti tavoli di discussione, dal G7 in avanti, con gli operatori per andare a individuare quelli che saranno per il futuro i carburanti su cui investire di più". 

Sugli Ets il viceministro sposa le richieste degli armatori: "Quello che come governo cerchiamo di fare oggi è anche far sì che i proventi di tassazioni europee come l'Ets, che ormai è stato deciso, possano essere completamente reinvestiti sull'adeguamento delle flotte e sulla riduzione delle emissioni. Perché se tassiamo per tassare usciamo solamente dal mercato.