|
adsp napoli 1
04 ottobre 2022, Aggiornato alle 11,35
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Tirrenia, Moby aspetta la risposta del Mise

Il gruppo Moby ha offerto 144 milioni di euro garantiti da quattro navi ma, scrive in una nota, sta ancora aspettando una risposta dal governo


Se l'accordo di risanamento con i creditori di Moby e Compagnia Italiana di Navigazione (CIN) è stato sostanzialmente fatto, quello sul credito di Tirrenia verso gli amministratori straordinari - 180 milioni di euro - resta ancora da definire, anche se c'è un piano preventivo. Per questo, il gruppo Moby si chiede quale sia la risposta del ministero dello Sviluppo Economico (Tirrenia è un'ex compagnia marittima di Stato, acquisita nel 2012 da Compagnia Italiana di Navigazione del gruppo Moby di Vincenzo Onorato).

«Abbiamo offerto a Tirrenia in amministrazione straordinaria 144 milioni di euro - si legge in una nota di Moby - è, inoltre, da sottolineare che nonostante Tirrenia AS sia un creditore chirografario, quindi privo di qualsiasi garanzia reale sui beni della società, la scrivente ha offerto in garanzia ben quattro navi con ipoteca».

Il gruppo non si spiega come mai il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, non abbia aperto un tavolo con i sindacati, «è inspiegabile anche che non risponda ad un'offerta che prevede un pagamento immediato alla firma di 23 milioni di euro (che in caso di procedura fallimentare verrebbe incassato da Tirrenia in AS solo dopo alcuni anni e costituirebbe il massimo importo recuperabile) ed un ulteriore pagamento dilazionato di 121 milioni di euro garantito, come detto, da ipoteca su quattro navi. È altresì inspiegabile la comunicazione del 5 maggio 2021 con cui i commissari di Tirrenia in AS ci informavano che il Ministro Giorgetti li autorizzava a firmare l'accordo già preparato ma con l'inserimento di due clausole che l'attestatore del piano ha definito illegittime, perché in aperta violazione di norme di legge e della par condicio creditorum ed ha comunicato tutto ciò al Tribunale di Milano».

Tag: tirrenia