|
adsp napoli 1
13 agosto 2022, Aggiornato alle 15,15
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Stati Uniti e Regno Unito bloccano l'import russo di petrolio

Il governo Biden ferma l'importazione di qualsiasi prodotto energetico, mentre quello di Johnson solo il petrolio. La Commissione Ue lavora a un drastico piano di riduzione della dipendenza energetica russa

Il premier del Regno Unito, Boris Johnson, e Kamala Harris, vicepresidente degli Stati Uniti (UKinUSA/Flickr)

Con una decisione storica, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno bloccato le importazioni di greggio e gas dalla Russia. Lo hanno annunciato, separatamente ma con una decisione congiunta, il presidente degli States, Joe Biden, e il governo di Boris Johnson, con quest'ultimo, come ha spiegato il segretario agli Affari esteri, Kwasi Kwarteng, che a differenza del primo ridurrà gradualmente i prodotti energetici importati dalla Russia fino ad azzerarli entro la fine dell'anno.

La Russia esporta negli Stati Uniti circa 672 mila barili al giorno di prodotti raffinati, di cui 200 mila barili di greggio. 672 mila barili sono pari all'8 per cento del fabbisogno energetico del Paese. L'Europa, al confronto, è molto più dipendente, circa il 27 per cento delle importazioni di petrolio e il 40 per cento di gas (e il 47 per cento del carbone) provengono dalla Russia. Parallelamente alle decisioni di Stati Uniti e Regno Unito, però, la Commissione europea ha comunque annunciato un piano con gli stessi obiettivi ma più prudente: ridurre di due terzi il fabbisogno di gas russo entro la fine dell'anno, per esserne indipendente entro il 2030.

Per il Regno Unito, la cui quota di importazione di greggio e prodotti raffinati è simile a quella degli Stati Uniti (per la precisione, l'8 per cento dell'import di petrolio viene dalla Russia), la decisione è altrettanto prudente ma più drastica dell'Europa. È stata avviata una transizione graduale - nel frattempo che si trovino alternative di approvvigionamento, cioè altri Paesi da cui importare questi prodotti strategici - bloccando immediatamente le importazioni di petrolio dalla Russia, per arrivare ad eliminare entro l'anno l'importazione di tutti i prodotti energetici. 

La decisione è notevole e produrrà effetti importanti in misura immediata sui mercati, oltre a rappresentare una rottura definitiva nei rapporti tra il blocco occidentale e la Russia, tant'è che Biden ha parlato, annunciando la misura, di un «duro colpo alla macchina da guerra di Putin».

-
credito immagine in alto