|
adsp napoli 1
02 dicembre 2022, Aggiornato alle 17,37
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Infrastrutture

Salerno Container Terminal, prima partenza Hapag Lloyd per gli Usa

La compagnia tedesca inaugura il nuovo servizio espresso che collega lo scalo campano all'importante mercato americano in soli dodici giorni

La nave "Velika Express" nel porto di Salerno

È salpata sabato primo ottobre dal porto di Salerno la nave full container Velika Express, prima partenza della nuova linea marittima settimanale della tedesca Hapag Lloyd, per gli Stati Uniti, con scali diretti a New York, Norfolk e Savannah. Un servizio espresso che collega lo scalo campano all'importante mercato americano in soli dodici giorni.

Il sodalizio tra la grande compagnia di navigazione con sede ad Amburgo e Salerno Container Terminal, consolidato in oltre vent'anni di collaborazione, si rafforza ulteriormente con il nuovo collegamento. Sono tre i servizi che dal porto di Salerno la linea mette a disposizione ogni settimana delle aziende esportatrici ed importatrici del centro e Sud Italia, sulle direttrici Canada, Nord, Centro e Sud America, Mediterraneo Est ed Ovest, Asia, Estremo Oriente, Medio Oriente, Australia.

"Siamo molto soddisfatti – dichiara Agostino Gallozzi, presidente di Salerno Container Terminal e Gallozzi Group – della scelta fatta dalla Hapag Lloyd con il nuovo servizio espresso per gli Stati Uniti, che fin dal suo primo approdo ha riscontrato il grande favore degli esportatori del Centro e Sud Italia. La Linea, ormai, da oltre vent'anni ha fatto di Salerno il proprio hub meridionale, tramite il quale intercetta le aree economiche a Sud di Roma".

"Una particolare attenzione – aggiunge Gallozzi – viene riservata al comparto industriale dell'agroalimentare, che proprio nell'export verso gli Stati Uniti ha uno dei principali mercati di sbocco. Il primo approdo di sabato 1 ottobre è stato gestito da Salerno Container Terminal in tempi rapidissimi, in un fine settimana molto intenso, che ha visto alternarsi alle banchine otto navi con una movimentazione di circa 5000 teu in due giorni".