|
adsp napoli 1
30 settembre 2022, Aggiornato alle 18,08
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Rotta Artica, esercitazioni della Marina russa

Con lo scioglimento dei ghiacci, Mosca ha investito molto nello sviluppo dei trasporti lungo la northern sea route


Le navi da guerra russe sono entrate la scorsa settimana nel Mare di Barents per effettuare esercitazioni allo scopo di proteggere un'importante rotta di navigazione nell'Artico. Le operazioni, spiega la testata online americana Marinelink, coinvolgono circa 30 navi da guerra, 20 aerei e 1.200 militari e sono progettate per valutare la prontezza al combattimento delle truppe nell'Artico e la loro capacità di proteggere la rotta del Mare del Nord. Ma l'iniziativa militare punta anche a lanciare un messaggio alle nazioni confinanti dell'area, una dimostrazione di forza non proprio incoraggiante per quei governi interessati ai percorsi commerciali tra i ghiacci.

La Russia ha investito molto in infrastrutture per sviluppare la rotta del Mare del Nord e spera che diventi una delle principali vie marittime mentre l'Artico si riscalda a un ritmo più veloce rispetto al resto del mondo. Attualmente non è utilizzato in inverno a causa della spessa coltre di ghiaccio. Le autorità russe hanno affermato che il paese prevede di iniziare il trasporto tutto l'anno attraverso la rotta del Mare del Nord nel 2022 o nel 2023.
 

Tag: russia