|
napoli 2
14 ottobre 2019, Aggiornato alle 10,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Personaggi

Porto di Ravenna commissariato, di nuovo

Interdizione di un anno per presidente, segretario e direttore generale dell'autorità di sistema portuale

Il porto di Ravenna

Nuova sospensione dagli incarichi per i vertici dell'Autorità di sistema portuale di Ravenna. Il Gip di Ravenna, Janos Barlotti, ha depositato una nuova ordinanza cautelare per il presidente Daniele Rossi, il segretario generale Paolo Ferrandino e il direttore generale Fabio Meletti. Si tratta di una nuova sospensione, dopo che la precedente era stata annullata dieci giorni fa in attesa che gli indagati fossero ascoltati dai magistrati.

Contestualmente, il ministero dei Trasporti, con decreto del 27 settembre, ha nominato nuovamente Paolo Ferrecchi commissario straordinario.

Le misure rientrano nell'indagine per concorso per abuso, omissione di atti d'ufficio e per inquinamento ambientale in relazione all'affondamento del relitto della Berkan B.

La sospensione della dirigenza mette in difficoltà il sistema portuale il Ravenna, rallentando il progetto dell'hub portuale. Un caso giudiziario, come sottolineato da Federagenti, che mostra la fragilità dell'assetto istituzionale dei porti italiani, sovraesposti alle indagini.

Ferrecchi è il secondo commissario portuale italiano in carica dopo Andrea Agostinelli, a capo di Gioia Tauro da diversi anni, porto ancora gestito come un'autorità portuale, ossia con l'assetto pre-riforma del 2016 che ha modificato la legge 84/94. Fino a qualche settimana fa era commissariato anche il sistema portuale di Livorno, il cui presidente e segretario generale sono rientrati dall'interdizione dai pubblici uffici.