|
napoli 2
29 maggio 2020, Aggiornato alle 16,16
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Infrastrutture

Porti campani, cala il traffico merci nel primo trimestre. Colpa di marzo

L'emergenza sanitaria ha inciso pesantemente sulla movimentazione del terzo mese, in particolare per il settore dei passeggeri


Considerata la situazione emergenziale, ha registrato un calo di lieve entità il traffico delle merci movimentato dai porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia nel primo trimestre del 2020. L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale comunica infatti che il totale ammonta a 7,69 milioni di tonnellate, con una diminuzione del 2,3% rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno. Causa della flessione, il crollo dei traffici di marzo (-14,7%), mentre gennaio (+6,5%) e febbraio (+3,8%) erano stati positivi.

Dati trimestrali nei porti di Napoli e Salerno

Nelle merci varie il traffico trimestrale nei porti del Tirreno Centrale è stato di 6,02 milioni di tonnellate (-4,6%), di cui 2,84 milioni di tonnellate di merci in container (-1,8%), 2,99 milioni di tonnellate di rotabili (-5,7%) e 189 mila tonnellate di altri carichi (-22,5%). 

Container e rotabili
Nel porto di Napoli il traffico dei container nei tre mesi è stato pari a 1,62 milioni di tonnellate (-0,7%) ed è stato totalizzato con una movimentazione di contenitori pari a 160.180 teu (-3,8%) inclusi 118.737 teu pieni (+0,6%) e 41.443 teu vuoti (-14,6%). Il traffico dei rotabili a Napoli è stato di 963,2 milioni di tonnellate (-16,4%). Nel porto di Salerno il traffico dei container ha raggiunto 1,22 milioni di tonnellate (-3,9%) ed è stato realizzato con una movimentazione pari a 98.499 teu (-3,4%) inclusi 74.856 teu pieni (-3,7%) e 23.643 teu vuoti (-2,3%). Per i rotabili, Salerno ha raggiunto 2,03 milioni di tonnellate (+0,4%).

Passeggeri
A causa dell'interruzione delle attività crocieristiche dovute alla pandemia di Covid-19, nel primo trimestre di quest'anno il traffico crocieristico si è azzerato nel porto di Napoli rispetto a 21 mila crocieristi nel corrispondente periodo del 2019. La crisi sanitaria, ha comportato anche la sospensione della quasi totalità del trasporto di passeggeri da parte dei traghetti e dei servizi locali. Nel trimestre, il porto di Napoli ha movimentato 953 mila passeggeri (-31,3%), mentre 28 mila in meno (-22%) si sono imbarcati o sono sbarcati a Salerno.
 

Tag: porti - bilanci