|
napoli 2
17 settembre 2021, Aggiornato alle 21,12
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Portacontainer incagliata, il canale di Suez si è bloccato

Una raffica di vento ha messo di traverso una portacontainer da 20 mila TEU. Senza l'alta marea la rimozione richiederà giorni, bloccando la principale arteria commerciale dell'Europa

Ever Given di traverso, incagliata nel canale di Suez (fallenhearts17/Instagram)

Martedì una grande nave mercantile si è incagliata nel Canale di Suez, bloccando l'arteria principale che collega Asia, Mediterraneo e Nord Europa. L'incidente è avvenuto alle 7.40 locali, le 6.40 in Italia.

La nave è Ever Given, una delle più grandi portacontainer esistenti, da 20 mila TEU, lunga 400 metri, larga 59 e con una stazza di oltre 200 mila tonnellate. Attualmente si trova di traverso a Nord del porto di Suez, occupando l'intera corsia del canale e rendendo impossibile il passaggio delle altre navi. E potrebbe restarci incagliata per giorni. 

L'armatore Evergreen ha detto che l'incidente è stato causato da una «sospetta folata di vento» che ha fatto "sbandare" la nave, mettendola di traverso a facendola arenare sul fondale. Essendo quasi completamente carica le operazioni di disincagliamento sono molto difficili. La Suez Canal Authority sta lavorando con i rimorchiatori per spostarla e nel frattempo ha aperto il vecchio canale (nel 2015 il canale di Suez si è allargato con un corso parallelo allo storico passaggio inaugurato nel 1869) per cercare di sbloccare il collo di bottiglia che si è creato, con centinaia di navi a Sud dell'imboccatura in attesa di passare. 

L'incidente potrebbe avere pesanti ripercussioni sul commercio mondiale, considerando che nel canale di Suez transitano petroliere, portacontainer e rinfusiere, praticamente tutto il traffico commerciale ed energetico destinato all'Europa. È probabile che, se la situazione resterà così per i prossimi giorni, i mercantili provenienti dall'Asia dovranno circumnavigare l'Africa per raggiungere l'Europa. Le autorità del posto, gli operatori portuali e la compagnia di Taiwan ritengono che se nel frattempo non arriva l'alta marea si dovrà procedere alla rimozione dei container per alleggerire Ever Given, facilitando il lavoro dei rimorchiatori e degli escavatori per liberarla.

Nel canale di Suez - lungo 190 chilometri e largo 205 metri, con una profondità massima di 24 - transita circa il 7 per cento del traffico mercantile mondiale e circa un quinto di quello destinato al Mediterraneo, Italia inclusa.