|
napoli 2
06 dicembre 2021, Aggiornato alle 20,55
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Ponti, dragaggi, diga, cold ironing. Porto di Genova non si ferma

Dall'inizio dell'anno avviati progetti e gare per 150 milioni. Solo nelle ultime due settimane quattro bandi per 75 milioni. Interventi anche a Sestri e Savona

Il porto di Genova (Elisa Triolo/Flickr)

All'inizio di luglio l'Autorità di sistema portuale di Genova ha avviato quattro importanti gare:

• lavori di ampliamento di Ponte dei Mille, lato Levante; 
• adeguamento delle infrastrutture alle norme di security;
• dragaggio del bacino di Sampierdarena e del porto passeggeri; 
• appalto integrato per gli interventi di mitigazione e completamento della passeggiata del canale di Pra', lato Sud, parte del più ampio progetto del parco urbano delle "Dune". 

Inoltre, è stato pubblicato l'avviso esplorativo per l'affidamento della progettazione esecutiva e l'esecuzione dei lavori di cold ironing per banchine crociere e traghetti.

Per tutte le gare l'aggiudicazione è prevista entro il mese di agosto e il valore complessivo è sui 75 milioni di euro. A questo importo va aggiunto quanto già impegnato nel primo semestre 2021 per un totale di oltre 150 milioni.

In considerazione della complessità e rilevanza strategica dell'imponente pacchetto di opere infrastrutturali in via di realizzazione, nell'ultima seduta di fine giugno del Comitato di gestione dell'Autorità di sistema portuale della Liguria Occidentale è stato approvato l'aggiornamento al programma straordinario al fine di adeguare il costo di alcuni progetti e inserire nuovi interventi strettamente connessi a essi.

Sul fronte delle tre principali opere del programma, il Comitato ha approvato la convenzione con Rete Ferroviaria Italiana per il cavalcavia ferroviario su via Siffredi e l'acquisizione di un'ulteriore area di quasi 5 mila metri quadri nel compendio ex ILVA di Cornigliano che nei prossimi giorni sarà consegnata alla Impresa Pizzarotti, (141 milioni il costo complessivo degli interventi) per l'allestimento della prima fase di cantiere della nuova viabilità interna ed esterna alle aree portuali del bacino di Sampierdarena.

Per quanto riguarda la diga foranea di Genova, una delle opere marittime più costose e complesse da fare, è in corso di aggiudicazione l'affidamento del project management consulting.

Infine, per le aree industriali di Sestri sono stati avviati i lavori per la realizzazione della nuova colmata a mare (Fase 1) per circa 70 milioni di euro, mentre è stato appena completato il progetto di fattibilità tecnico economico relativamente ai lavori di riassetto territoriale dell'area industriale dei cantieri navali (fase 2) per circa 420 milioni di euro.

A luglio rilevanti avanzamenti anche sul versante delle opere del programma ordinario: nel porto passeggeri di Genova, la prossima settimana inizieranno i lavori di ripristino di Calata Zingari che in 8 mesi permetteranno di restituire un accosto per le navi da crociera di medio-piccola dimensione e un piazzale retrostante a servizio dei pullman turistici e dei mezzi di approvvigionamento beni per i navigli; nel litorale di Savona si concludono nei tempi previsti gli interventi di ripristino della spiaggia della "Madonnetta" che già da sabato 17 luglio sarà nuovamente fruibile dalla cittadinanza rientrando tra le spiagge soggette alle norme di sicurezza anti covid e controllate da addetti.

-
credito immagine in alto

Tag: genova