|
napoli 2
20 ottobre 2021, Aggiornato alle 19,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Per Moby e Tirrenia due distinti piani di ristrutturazione

L'armatore scrive che seppur prevedendo la vendita di alcuni asset, si basa "sulla continuità aziendale, sul mantenimento dei posti di lavoro e delle rotte in essere"

"Moby Tommy" (Tom Lee/Flickr)

Compagnia Italiana di Navigazione (CIN), che gestisce l'ex compagnia di bandiera Tirrenia, e il gruppo Moby hanno presentato due distinti piani di ristrutturazione e di investimenti, quest'ultimo già pronto, eventualmente, per essere depositato presso il tribunale civile di Milano. Lo annuncia in un comunicato la Onorato Armatori, in cui confluiscono le società.

Il piano per CIN, scrive l'armatore, «pur prevedendo la vendita di alcuni asset, si basa sulla continuità aziendale, sul mantenimento dei posti di lavoro e delle rotte in essere, anche in considerazione dei positivi risultati registrati nell'ultimo anno e del previsto arrivo di due nuovi traghetti ro-pax in costruzione con la capacità di 2,500 passeggeri e di 3,750 metri lineari di merci ciascuno».

Nello specifico, per Tirrenia si parla dell'intenzione di presentare una ristrutturazione «ai sensi dell'articolo 182bis L.F. anche alla luce degli accordi già sottoscritti con circa il 95 per cento dei fornitori e grazie alla partnership con l'investitore Europa Investimenti/Arrow. Il deposito dell'istanza di omologa per CIN è rinviato di alcuni giorni per concludere le trattative con Tirrenia in amministrazione straordinaria».

In sintesi, conclude il gruppo Onorato Armatori, il piano si basa su una serie di misure per il contenimento dei costi, sull'incremento delle quote di mercato e sulla dismissione di alcuni asset.

-
credito immagine in alto