|
adsp napoli 1
25 aprile 2024, Aggiornato alle 09,44
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Palermo, patto autorità portuale-Comune per decongestionare la viabilità

Dal 10 agosto ci saranno più pattuglie dei vigili urbani e più mezzi dell'autorità portuale per fluidificare il grande traffico del periodo estivo

Via Crispi, Palermo

Dal 10 agosto pattuglie di vigili urbani saranno impiegate per migliorare la viabilità delle strade attigue al porto di Palermo. Lo stabilisce un accordo di collaborazione tra l'autorità di sistema portuale e il Comune di Palermo, relativo alla "Programmazione e alla progettazione degli interventi per la riqualificazione delle aree di interfaccia città-porto e per la dotazione di servizi alla cittadinanza" che, superati alcuni impedimenti amministrativi, è diventato operativo. 

Per decongestionare il sistema viario urbano limitrofo al porto commerciale (via Crispi, via dell'Arsenale), caratterizzato come ogni anno dal picco di consegne estivo dei mezzi pesanti in imbarco e sbarco dai traghetti, è stata elaborata una strategia che prevede il controllo e la regolazione della viabilità e delle soste dei veicoli nelle strade del perimetro portuale, in prossimità dei varchi portuali (Sammuzzo, Santa Lucia, Colombo), con la previsione di eventuale rimozione forzata dei veicoli. In particolare, con cadenze prestabilite secondo il calendario vigente verranno pianificati servizi nelle ore e nelle giornate di maggior afflusso di autotrasportatori, auto o taxi in occasione dell'approdo di navi da crociera.

L'importo complessivo annuo presunto per i servizi, a carico dell'autorità di sistema portuale, sarà all'incirca di 100 mila euro, e tiene conto dei costi dovuti per l'impiego di veicoli e personale di diverso ruolo della polizia municipale. «Siamo consapevoli - spiega il presidente dell'autorità di sistema portuale dellla Sicilia occidentale, Pasqualino Monti - dei disagi che creano ai passeggeri e ai cittadini i lavori impattanti dell'anello ferroviario e quelli di grande infrastrutturazione in corso nell'area portuale, le cui conseguenze si aggravano nei periodi di alta stagione, anche a causa di chi non rispetta le regole. Sono, però, percorsi obbligati per raggiungere un risultato all'altezza delle nostre ambizioni di traffico. I vigili avranno il compito di multare i mezzi che occupano spazio con soste inappropriate, intasando ulteriormente la viabilità». 

I lavori di interfaccia, che stanno interessando il tratto compreso tra il varco Amari e il varco Santa Lucia -  consistono nella realizzazione di un dispositivo che ridefinisce il confine tra il porto e la città, che sarà costituito da ampi spazi adibiti a verde pubblico, passeggiate e terrazze sopraelevate, anch'esse destinate alla fruizione pubblica e a funzioni commerciali e che, al contempo, consentono di assolvere alla funzione di piattaforma logistica di imbarco/sbarco passeggeri in condizioni di maggiore funzionalità e sicurezza. 

L'asse viario della via Crispi, lungo il quale si sviluppa l'intervento di riqualificazione, è una importante arteria urbana interessata da un notevole traffico automobilistico e di veicoli commerciali e anche da un notevole flusso pedonale di cittadini, passeggeri e croceristi. L'attuale sezione stradale comprende due carreggiate separate da un ampio spartitraffico con aiuola centrale e marciapiedi laterali che però, di fatto, sono per la gran parte inutilizzati ed inutilizzabili.

«L'autorità di sistema portuale – continua Monti - attiverà un tavolo tecnico con il Comune per sviluppare un progetto di riconfigurazione dello spartitraffico esistente in via Crispi e per eseguire i relativi lavori, con una soluzione architettonicamente integrata con l'intervento di interfaccia, piantumando nuovi alberi e adeguando la superficie della sede stradale, in modo da consentire l'incremento del numero o della larghezza delle corsie esistenti, a tutto beneficio della viabilità urbana».

Tag: palermo