|
napoli 2
24 luglio 2021, Aggiornato alle 15,43
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Pacchetto sostenibilità Ue, ECSA: "Ci aspettiamo regole uniformi"

In occasione della Giornata mondiale della Terra, lo shipping europeo puntualizza le cose di cui ha bisogno per inquinare di meno

Martin Dorsman, segretario generale di ECSA (International Transport Forum/Flickr)

In occasione della Giornata mondiale della Terra e del vertice sul clima organizzato dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, la Commissione europea ha adottato oggi un pacchetto di finanza sostenibile per migliorare gli investimenti nelle attività sostenibili, includendo anche il settore marittimo. L'European Community Shipowners Association (ECSA) saluta con favore l'iniziativa, sottolineando come sia fondamentale che i criteri di screening tecnico siano realistici e tecnologicamente neutri.

Il pacchetto Ue contiene tre iniziative. Un EU taxonomy climate delegated act, un corporate sustainability reporting directive e un insieme di sei emendamenti. Quello che interessa lo shipping è il primo, il climate delegated act, che contiene una serie di criteri tecnici per definire quali attività marittime contribuiscono alla riduzione dell'inquinamento. Per l'ECSA, però, i parametri sono troppo restrittivi rischiando di comprometterne l'efficacia. Ciò non toglie, come presuppone lo stesso documento, che non lo si possa modificare.

Secondo l'ECSA, sarà fondamentale che in campo marittimo queste prossime regole siano adottate armonicamente. Per esempio, coerente devono essere quelle che si riferiscono alla costruzione delle navi come quelle per il loro funzionamento. Inoltre, lo shipping non ha solo un impatto ambientale nelle attività dirette, come la navalmeccanica, l'approvvigionamento del carburante o le infrastrutture portuali. Trasportando oltre l'80 per cento di quello che viene prodotto ha un'impatto indiretto sulle attività economiche. Il blocco di sei giorni del canale di Suez ce lo ha ricordato. «Essendo un'industria ad alta intensità di capitale in cui molte navi sono uniche, è fondamentale garantire l'accesso a soluzioni innovative e sostenibili», spiega il segretario generale dell'ECSA, Martin Dorsman. «Sarebbe altamente controproducente e ingiusto – continua - penalizzare i finanziamenti per l'industria marittima basati sul carico trasportato. Oltre a eliminare i finanziamenti per soluzioni innovative, c'è il rischio di accelerare un trasferimento modale inefficiente. Con tutto questo in mente, ci impegniamo a fornire competenze e continueremo a lavorare con le autorità di regolamentazione sui dettagli tecnici per garantire una transizione più agevole».

-
credito immagine in alto