|
napoli 2
14 luglio 2020, Aggiornato alle 13,40
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

ONE e Cma Cgm rincarano tariffe reefer

A causa dei ritardi per il Coronavirus, gli armatori annunciano un "congestion surcharge" da oltre mille dollari sia per la compagnia francese che per l'alleanza nipponica


Negli ultimi giorni i principali armatori hanno deciso di incrementare i noli per i container diretti in diversi porti della Cina, a causa di due fattori collegati fra loro, l'epidemia del Coronavirus e il prolungamento delle festività del capodanno cinese.

Cma Cgm ha annunciato un port congestion surcharge di circa 1,250 dollari per i reefer esportati a Shanghai, Ningbo e Tianjin/Xingang. La scelta, spiega la compagnia francese in una nota, è dovuta al basso flusso dei container diretti nei porti della Cina, così diversi servizi hanno trovato i porti occupati hanno dovuto dirottare su altri scali per scaricare.

Stesso discorso per ONE, alleanza armatoriale giapponese tra NYK, Mitsui OSK Lines e K Line. Anche qui si tratta di un congestion surcharge di mille dollari per container, utili a coprire i costi in più per gli inaspettati ritardi nei porti di Tianjin e Shanghai. Il rincaro è in vigore dal 15 febbraio e durerà fino al 14 marzo.