|
napoli 2
27 novembre 2020, Aggiornato alle 15,36
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture - Logistica

Nuova Piattaforma Logistica Trieste, a settembre la prima gru

Ordine per una Konecranes di ultima generazione, una Gottwald Model 5 Mobile Harbor Crane

Le Konecranes Gottwald mobile harbor crane

La prima gru della prossima piattaforma logistica di Trieste arriverà questo autunno. Lo scrive Konecranes sul suo sito, annunciando che Piattaforma Logistica Trieste (PLT) ha ordinato una gru mobile per attrezzare il nuovo terminal in corso di ultimazione, i cui lavori sono iniziati nel 2016. Verrà consegnata a settembre per essere operativa ad ottobre.

PLT è un partneriato pubblico-privato tra Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Orientale e aziende locali (ICOP, Francesco Parisi Casa di Spedizioni, Interporto Bologna e Cosmo Ambiente). Il polo si trova nella zona di Bagnoli della Rosandra e rientra nella FREEeste, una nuova zona franca, di proprietà dell'Interporto di Trieste, estesa per 240 mila metri quadri, di cui 74 mila coperti. 

Servirà a potenziare i collegamenti intermodali, in un porto che negli ultimi anni ha visto crescere la domanda di trasporto su treno. PLT Si collegherà al futuro scalo ferroviario di Campo Marzio, che si sta dotando di una struttura per treni da 750 metri. Un nuovo gateway, per tutti i tipi di carico, dai container ai project cargo. «La rinomata affidabiità e flessibilià delle Konecranes, insieme all'avanzata tecnologia, sono la scelta giusta per il nuovo terminal di Trieste», ha affermato Francesco Parisi, principale azionista di PLT. Un ordine che «dimostra la forza dei rapporti con i nostri clienti», ha aggiunto Gino Gherri, direttore vendite regionale di Konecrans Port Solutions.

La gru in arrivo è una Gottwald Model 5 Mobile Harbor Crane, variante G HMK 5506. Sono incluse due twin-lift della capacità di 60 tonnellate per container. Il raggio di portata è di 50 metri, sufficiente per le navi post-Panamax, con capacità di sollevamento di 125 tonnellate, per tutti i tipi di carico, dagli unitizzati agli sfusi. Sono dotate di un alimentatore esterno che, nel caso in cui sarà possibile, permette la pura alimentazione elettrica.

Tag: trieste